Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: sabato, 09 settembre 2017, 2:31 p.

Inseguimento e schianto tra Polizia e fuggitivi

È successo in corso Risorgimento

NOVARA, Inseguimento con tanto di speronamento e incidente, intorno alle 12,45 di oggi, sabato 9 settembre, in corso Risorgimento, a Novara. 

L'inseguimento ha interessato due auto della polizia e una Chevrolet rossa, con a bordo quattro persone. L’auto dei fuggitivi era stata intercettata poco fuori dalla città, all’inizio di corso Risorgimento, verso le 12,30. Il sinistro all'altezza del sottopasso (foto Martignoni). La vettura non si è fermata all’alt dei poliziotti, che, impegnati in una normale attività di pattugliamento, avevano notato un'auto sospetta. Ne è scaturito un inseguimento a tutta velocità lungo l'importante arteria stradale. L'incidente è poi avvenuto all'intersezione con via Oxilia, dove una Volante, giunta in ausilio ai colleghi, si è messa di traverso, per sbarrare la strada all'auto in fuga. La Chevrolet, però, non si è fermata e ha anzi accelerato, urtando violentemente l'auto della Polizia, danneggiando e staccando la portiera. Dopo lo scontro, i quattro a bordo sono scappati a piedi in direzione del parchetto di via Oxilia, abbandonando totalmente la Chevrolet. Sul posto anche gli agenti della Polfer, che ne hanno fermati due. Un altro è stato fermato dalla Volante. In corso la ricerca del quarto. Al momento l'attività è in corso. Quello che si sa per certo è che in auto i quattro non avevano armi, quindi - contrariamente a quanto si è letto a più riprese su Facebook e altri social nella mattinata - non si sono resi protagonisti di una rapina. Né, tantomeno, sono stati esplosi colpi di pistola. Si tratta, per quello che concerne i tre già fermati, di cittadini stranieri. In corso le attività per ricostruirne l'identità e per capire se regolari o meno e se con precedenti penali.
In corso anche le verifiche sull'autovettura, se per caso è stata rubata da qualche parte. Si cerca di capire le ragioni per cui non si sono fermati all'alt. Eventuali ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.
Monica Curino

Articolo di: sabato, 09 settembre 2017, 2:31 p.

Dal Territorio

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne
GATTICO, Lunedì a Gattico, nel Novarese, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato M.O., cittadino marocchino residente nella zona del Verbano, classe 1986, già conosciuto dalle Forze dell’ordine. L’uomo è finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso di uno dei quotidiani controlli alla(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top