Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 19 febbraio 2018
 
 
Articolo di: domenica, 22 aprile 2012, 8:44 p.

Ingenti i danni riportati dalla chiesa di San Genesio a Suno

Una parte del campanile è crollata dopo essere stata colpita da un fulmine

SUNO - Enorme il danno patito dalla chiesa di San Genesio di Suno, colpita nella tarda mattinata di oggi, domenica 22 aprile, da un fulmine nella zona della torre campanaria.

L'episodio intorno alle 12,20.

Il campanile, al momento, è ancora in piedi, pur se molto danneggiato e alquanto instabile. Metà della parte muraria in mattoni è crollata, un avvenimento che determina appunto la sua instabilità.

Come anticipato nel nostro precedente articolo, le famiglie che risiedono in zona sono state evacuate per precauzione. Poco prima delle 12,30 hanno sentito un forte boato, provocato dal fulmine e dal crollo della parte di campanile.

Sono poi proseguite per tutta la giornata le operazioni di messa in sicurezza. Adesso si dovrà decidere se procedere a un abbattimento o, oltre all'ulteriore messa in sicurezza, a una ristrutturazione.

Sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco.

Monica Curino

Articolo di: domenica, 22 aprile 2012, 8:44 p.
Articoli correlati Poco prima delle 13 crollo del campanile alla chiesa di S. Genesio a Suno (2) Sacerdoti novaresi in visita a Mosca e al monastero di S. Giorgio (1) Furto nella chiesa parrocchiale di S. Andrea (1) La Chiesa, i giovani e Internet... (1) Nella storia della Chiesa (1) Rinviata la protesta contro Battisti (1) La “torre della Pavesi” sarà demolita (1) Il professor Eugenio Torre torna in cattedra (1) "Dai diamanti non nasce niente": prima festa per l'associazione "La Torre-Mattarella" (1) Visita nel Borgomanerese per il vescovo Brambilla (1) Venerdì pomeriggio i funerali di Alessandro Solbiati, morto in un incidente a Somma Lombardo (1) Lumellogno, nuova luce al presbiterio (1) “Il lavoratore è prima di tutto un uomo” (1) A Bellinzago ultima messa per don Piero Gambaro (1) Commosso l'ultimo saluto a Sharon (1) I 90 anni di consacrazione della chiesa del S. Cuore (1) La mostra “Tau” fa tappa alla chiesa di S. Croce a Bagnella di Omegna (1) Passio 2012, il Mistero è svelato (1) Alla parrocchiale un restauro d’effetto (1) Solenne cerimonia in Duomo per due nuovi diaconi (1) Tutta Trecate ha salutato don Gilio (1)

Tags: san genesio, chiesa, crollo, fulmine, torre, mattoni

Dal Territorio

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top