Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 26 settembre 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 14 settembre 2017, 2:11 p.

Incendio di Mortara: niente diossina nel Novarese

La situazione nel nostro territorio risulta tranquilla

NOVARA, Anche i dati di Arpa Piemonte tranquillizzano il territorio novarese per quello che riguarda il possibile inquinamento dovuto all’incendio che, lo scorso 6 settembre, ha interessato un’azienda che si occupa di rifiuti pericolosi e non pericolosi a Mortara, nella Lomellina.

Dopo i primi esiti comunicati venerdì della scorsa settimana sono a disposizione infatti le prime valutazioni analitiche condotte da Arpa Piemonte sulle diossine riconducibili all’incendio che il 6 settembre 2017 ha interessato la ditta Eredi Bertè collocata sul territorio della cittadina di Mortara (PV) che, da anni, tratta rifiuti pericolosi e non pericolosi.

Dagli esiti non si evidenziano anomalie correlate all'incendio, così come riscontrato dalle analisi effettuate dall'Arpa Lombardia ad inizio evento. Dalla valutazione condotta dai tecnici di Arpa Piemonte sugli esiti analitici, relativi ai campionamenti in aria ambiente effettuati nella serata di mercoledì e giovedì, quando i venti hanno sospinto i fumi nel territorio piemontese confinante al pavese, risulta che le diossine sono nettamente inferiori al valore di 0.3 picogrammi equivalenti al metro cubo per esposizioni prolungate nel tempo, oltre il quale l'OMS suggerisce di indagare la presenza di sorgenti da porre sotto controllo. 
I valori rilevati sono altresì inferiori al valore limite pari a 150 fg I-TEQ/m
3suggerito per l’aria ambiente dalle Linee guida della Germania (LAI-Laenderausschuss fuer Immissiosschutz - Comitato degli Stati per la protezione ambientale).

Ulteriori esiti analitici saranno disponibili nei prossimi giorni. Nessun pericolo, quindi, per la salute. A tranquillizzare, via Facebook, anche il sindaco Alessandro Canelli, che ha spiegato come poter mangiare tranquillamente le verdure coltivate negli orti, perché le analisi escludono contaminazioni.

Mo.c.


Articolo di: giovedì, 14 settembre 2017, 2:11 p.

Dal Territorio

Crac Phonemedia: ancora un rinvio per verificare le condizioni di salute di uno degli imputati

Crac Phonemedia: ancora un rinvio per verificare le condizioni di salute di uno degli imputati
NOVARA, Ancora nulla di fatto, questa mattina in Tribunale a Novara, al processo per la vicenda del crac Phonemedia. Una storia giudiziaria che, conclusa la preliminare con il patteggiamento di una pena a 3 anni per Fabrizio Cazzago, novarese fondatore del gruppo specializzato come call center (con sedi in tutta Italia, da Novara a Biella, passando per Ivrea), vede ora alla sbarra, dopo il(...)

continua »

Altre notizie

Al Tennis Club Piazzano la finale del Campionato Italiano U12 maschile

Al Tennis Club Piazzano la finale del Campionato Italiano U12 maschile
NOVARA - Il Tennis Club Piazzano ospiterà la finale del Campionato Italiano a Squadre, Categoria Under 12 maschile, che si disputerà presso i campi di via Patti a Novara da venerdì 29 settembre a domenica 1° ottobre.  Con il patrocinio del Comune di Novara e del Coni Provinciale, il Circolo novarese ha quindi l’onore di organizzare uno degli eventi(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Linea ferroviaria Novara-Biella: “I numeri dell’utenza giustificano la riapertura delle fermate soppresse”

Linea ferroviaria Novara-Biella: “I numeri dell’utenza giustificano la riapertura delle fermate soppresse”
“I numeri dell’utenza giustificano il ripristino delle fermate di Sillavengo, Casaleggio e Nibbia sulla linea ferroviaria Novara-Biella. Chiederemo all’Agenzia della mobilità piemontese che vengano ripristinate, in occasione della revisione del piano della viabilità regionale calendarizzato nei prossimi mesi”. A dare la notizia il presidente della(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top