Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 20 febbraio 2018
 
 
Articolo di: sabato, 30 settembre 2017, 8:52 p.

Inaugurato a Novara largo Alessia Mairati

Una grande festa dei valori positivi della città

NOVARA, Intitolazione ufficiale ad Alessia Mairati, questa mattina sabato 30 settembre, della rotatoria tra viale XXV Aprile, via Moncalvo, corso Milano e via Casorati.Un’intitolazione molto sentita e che ha visto la presenza di moltissima gente, dai volontari di Casa Alessia onlus, con il ‘capitano’ Giovanni Mairati, ai bambini e alle insegnanti dell’asilo “Alessia Mairati” di San Rocco, sino alla dirigenza e ai ragazzi dell’Olimpia calcio, realtà sportiva santagabiese che da sempre vanta una forte sinergia con l’associazione del girasole. E poi tanta gente comune, di S. Agabio e non solo, gente che conosceva Alessia, ma anche tanti novaresi che mai l’hanno incontrata, ma che hanno imparato a conoscerla dalle pagine dei giornali, delle tv, dai libri che sono stati scritti sull’associazione e su questa splendida ragazza volata troppo presto in cielo. Gente che ha imparato a conoscere l’amore che Alessia aveva per i bambini e quanto suo papà, il ‘papi chulo’ delle sue mail dall’Ecuador, ha creato per ricordarla. Dapprima un’associazione, Casa Alessia appunto, e quindi tutto quello che i volontari dell’associazione hanno realizzato a Novara e nel mondo a favore dei bambini in difficoltà e anche proprio degli ‘orfanelli’ di Quito, che avevano rapito il cuore di Alessia.Presenti per l’Amministrazione comunale, che ha ben accolto che il largo prendesse il nome di Alessia, il sindaco Alessandro Canelli, gli assessori Federico Perugini e Franco Caressa, il consigliere e componente della commissione Toponomastica, Mauro Franzinelli, il consigliere Ivan De Grandis e poi il vice prefetto Marco Baldino e anche rappresentanti di altre associazioni. A benedire il nuovo largo, don Carlo Bonasio, parroco di S. Agabio. Un momento molto atteso. A collaborare all’abbellimento della rotonda saranno ora i ragazzi del liceo artistico Casorati, che elaboreranno un progetto per rendere più bella e accogliente la struttura, che si trova all’ingresso della città, per chi arriva da fuori Novara.

Monica Curino
Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola lunedì 2 ottobre

Articolo di: sabato, 30 settembre 2017, 8:52 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Controlli su migliaia di veicoli ad Arona

Controlli su migliaia di veicoli ad Arona
ARONA - Vigili urbani aronesi impegnati sulle strade e in città. E’ l’assessore alla Polizia locale Matteo Polo Friz a dare un breve excursus dell’attività di questi giorni messe in campo dagli agenti con lo scopo di dare una fotografia dei diversi compiti. «Sono diversi i controlli effettuati in questi mesi e soprattutto in questi giorni anche grazie(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top