Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 27 marzo 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 08 marzo 2017, 10:33 m.

Imprese femminili novaresi: miglior performance piemontese 2016

Rappresentano il 22,4% di quelle complessive, quota superiore alla media italiana

NOVARA - Un 2016 positivo per le imprese femminili novaresi, che rispetto all’anno precedente evidenziano un tasso di crescita pari al +0,3%, risultato contenuto ma che risulta comunque il più favorevole di tutte le province piemontesi, la cui media complessiva si attesta al -0,1%.

Le imprese femminili registrate in provincia di Novara a fine 2016 ammontano a 6.839, il 22,4% di quelle complessive, una quota leggermente superiore a quella italiana (21,8%) e in linea con quella regionale.

Tra le imprese “rosa” novaresi si contano inoltre 722 imprese straniere (cresciute di 35 unità tra 2015 e 2016) e 993 “under 35”, che nel periodo in esame scendono invece di –23 unità.

«Ancora una volta la nostra provincia appare in pole position a livello regionale, risultato che conferma la capacità di tenuta delle imprese femminili novaresi – commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara – Le attività guidate da donne hanno manifestato nel corso del 2016 un tasso di natalità che sfiora l’8%, dato che conferma la volontà di mettersi in gioco, assumendo un rischio d’impresa, ma che risente ancora di una serie di limitazioni che non agevolano l’attività delle imprenditrici e le loro esigenze specifiche».

Anna Ida Russo, presidente del Comitato provinciale per la promozione dell’imprenditoria femminile aggiunge: «Per sostenere una crescita qualitativa delle imprese femminili il Comitato ha messo a punto anche per il 2017 una serie di iniziative, che includono un incontro di presentazione sulle misure agevolative per donne e giovani, attività di coaching orientata allo sviluppo di capacità imprenditoriali, un corso specialistico di inglese, approfondimenti su retail marketing e storytelling d’impresa, nonché una nuova edizione del Premio Femminile Singolare, per far conoscere le realtà meritevoli presenti sul nostro territorio e le loro storie di successo».

Sotto il profilo settoriale, le imprese “rosa” novaresi si concentrano prevalentemente nel terziario, collocandosi in prima battuta nel commercio (in cui il 26,6% delle imprese provinciali risulta femminile), nelle altre attività di servizi, inclusi parrucchieri e lavanderie, (con un peso delle imprese femminili pari al 60% del totale) e nell’alloggio e ristorazione (dove un’impresa su tre è guidata da donne). Seguono manifatture, attività immobiliari e agricoltura.    

Per quanto riguarda le dinamiche annuali, a evidenziare variazioni positive degli stock, seppur moderate,  sono le altre attività di servizi (+0,7%), le manifatture (+0,4%) e il commercio (+0,3), mentre appaiono in flessione l’alloggio e ristorazione (-0,8%), le attività immobiliari (-1,4%) e l’agricoltura (-1,6%).

Dall’analisi per forma giuridica emergono dinamiche particolarmente favorevoli per le società di capitali, cresciute del +2,7% rispetto al 2015 e giunte ad incidere per il 17,4% sul totale delle imprese femminili. Nella maggior parte dei casi le imprenditrici prediligono organizzare la propria attività sotto forma di ditta individuale, scelta in oltre il 66% dei casi (a fronte di una frequenza del 56,4% relativa alle imprese totali). Una scelta favorita dalla minor onerosità di avvio di questa forma giuridica, che in effetti evidenzia un tasso di natalità più alto rispetto alle altre, pari al 9,7%, ma che nel contempo appare più esposta ad un rapido turnover, confermato da una mortalità altrettanto elevata, che si attesta al 9,3%.  

Arretrano, invece, le società di persone (-3%), che rappresentano il 13,9% delle imprese femminili provinciali, mentre è positiva la performance delle altre forme giuridiche (+1,9%), tra cui rientrano cooperative e consorzi, il cui peso si attesta al 2,2% delle imprese guidate da donne.

Articolo di: mercoledì, 08 marzo 2017, 10:33 m.

Dal Territorio

Il Novara strappa un buon punto a Bari

Il  Novara strappa un buon punto a Bari
Decimo risultato utile consecutivo per il Novara che pareggia per 0_0 a Bari. Gli azzurri con anche un poco di fortuna, due pali dei padroni di casa, riescono a resistere alla corazzata di Colantuono giocando una gara accorta. Punto prezioso e play off sempre alla portata.

continua »

Altre notizie

Auto si ribalta tra Barengo e Fara

Auto si ribalta tra Barengo e Fara
BARENGO, E’ intervenuta la Polizia stradale di Arona, questa mattina domenica 26 marzo, intorno alle 6, per un incidente che si è registrato lungo la strada provinciale tra Barengo e Fara, nel Novarese. Qui, per cause in fase di ricostruzione dagli agenti della Stradale, un’autovettura guidata da una donna si è ribaltata sulla carreggiata. Sul posto anche il(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

L’Università del Piemonte Orientale "Open" per un giorno

L’Università del Piemonte Orientale "Open" per un giorno
Sabato 1° aprile tutte le sedi dell’Università del Piemonte orientale saranno aperte, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18, per l’evento di orientamento "Open". Gli studenti delle scuole superiori e le loro famiglie potranno incontrare studenti dell’Ateneo, professori e personale tecnico-amministrativo e partecipare a presentazioni e visite guidate(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top