Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
 
 
Articolo di: martedì, 01 agosto 2017, 5:10 p.

Il questore: “Non c’è un caso ‘movida’. Abbiamo attuato misure preventive e non repressive”

Intanto al via sinergie tra Prefettura, Questura, Comune e altre Forze dell’Ordine

NOVARA, “Non esiste alcun problema ‘movida’ a Novara”. Ad affermarlo e a spiegare le ragioni di questa affermazione è il questore di Novara, Gaetano Todaro, in una conferenza stampa sul tema ospitata oggi martedì primo agosto in Questura. Un’occasione per fare il punto sull’attività svolta sinora dai suoi uomini proprio in tema di controlli nei locali del centro città (foto Martignoni).

Non si tratta di ‘movida’ – ha riferito il questore – Si sono verificati fatti specifici e una serie di reati commessi che ci hanno portato a intervenire. Sono stati alcuni eccessi di condotte criminali. Abbiamo così deciso di agire e lo abbiamo fatto applicando le norme del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, che – spiega ancora Todaro - hanno carattere preventivo e non repressivo. Il nostro obiettivo, in questo modo, è di impedire che possano ripetersi certi fatti come quelli occorsi nelle scorse settimane, indipendentemente dal comportamento dei gestori dei locali. Pertanto, voglio ribadirlo, non c’è alcun caso ‘movida’, nulla di tutto questo”.

Quanto già fatto dalla Questura, però, non è sufficiente a garantire uno svago sano e sicuro ai cittadini novaresi. Lo sostiene proprio il questore, che sottolinea come serva una collaborazione, una sinergia tra tutte le realtà interessate dalla tematica. “Vanno attivate – dice - una serie di misure, che, tra l’altro, stiamo proprio predisponendo in questi giorni. Azioni che stiamo allestendo con Comune, Prefettura e le altre Forze dell’Ordine presenti sul territorio. Lo scopo è quello di ridurre il rischio di episodi come quelli avvenuti, soprattutto dove si registra un notevole afflusso di clienti”. Intanto la Questura, come era già stato annunciato, ha allestito un vademecum, che sarà illustrato ai responsabili delle associazioni di categoria. Nell’opuscoletto si evidenziano i compiti che spettano al gestore di un locale pubblico, cui viene sempre chiesto di avvisare le forze dell’ordine non appena nota qualcosa che non va, qualche situazione che sta degenerando.

Monica Curino


Articolo di: martedì, 01 agosto 2017, 5:10 p.

Dal Territorio

Donna recuperata nelle acque del Ticino a Varallo Pombia

Donna recuperata nelle acque del Ticino a Varallo Pombia
VARALLO POMBIA, Vigili del fuoco in azione nella prima mattinata di oggi, giovedì 14 dicembre, a Varallo Pombia, in zona Porto della Torre, nel Novarese. Qui l’allarme è scattato intorno alle 8 per una donna nelle acque del Ticino.I Vigili del fuoco sono riusciti a recuperarla e a consegnarla al personale del 118 per le necessarie cure. Dal momento che è rimasta a(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley, brutto esordio in Champions

Igor Volley, brutto esordio in Champions
TREVISO - Esordio amaro in Champions per la Igor Novara uscita sconfitta dal PalaVerde di Treviso in 4 set da una Imoco Conegliano che, in formato Europa, si è dimostrata nettamente superiore. Certo una bella mano gliel'ha data la squadra azzurra, in campo per tre set, quelli persi, giocati senza nerbo, con un atteggiamento totalmente non consono all’impegno, fallosa(...)

continua »

Altre notizie

Weekend sulle piste del Rosa

Weekend sulle piste del Rosa
MACUGNAGA -Per gli appassionati dello sci, impianti aperti ai piedi del Rosa. Con il weekend di Sant’Ambrogio e dell'Immacolata, si è dato il via alla stagione sciistica. Sole e condizioni ottimali per questo atteso ponte di vacanza sulla neve che ha favorito l’arrivo di molti turisti. Per il primo giorno l’apertura è stata limitata alla prima seggiovia: il tratto(...)

continua »

Altre notizie

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione
ARONA - Una donna precipita dal balcone e finisce in ospedale, indagano i carabinieri di Arona. Una cittadina marocchina di 32 anni,  sabato, è caduta dal balcone di una palazzina di via Vittorio Veneto per cause ancora da chiarire. Molto probabilmente un incidente all’origine del fatto. Forse la donna è caduta mentre si trovava a svolgere alcuni lavori di pulizia(...)

continua »

Altre notizie

^ Top