Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 29 giugno 2017
 
 
Articolo di: sabato, 08 aprile 2017, 8:24 m.

Il Piemonte in forze a Vinitaly

A Verona circa 200 produttori per presentare i grandi vini Doc e Docg

La superficie a vigneto piemontese si attesta a 46.700 ettari, di cui 43.500 iscritti a schedario viticolo. La produzione vinicola del 2016 si è attestata a 2.54 milioni di ettolitri, con un leggero incremento rispetto al 2015 del 3%, e rappresenta il 5% della produzione nazionale ma quasi il 18% delle esportazioni complessive italiane. L’Italia chiude a 5,35 miliardi di euro, +5,3%, sui mercati esteri va circa il 60% del vino prodotto in Piemonte, di cui il 70% nei paesi comunitari e il 30% nei paesi Ue per un valore di oltre 1 miliardo di euro.

Il Piemonte vitivinicolo rinnova la sua partecipazione alla 51a edizione del Vinitaly di Verona, la più importante fiera internazionale del settore con i suoi 4120 espositori, 131.000 operatori professionali provenienti da 114 nazioni, 2120 giornalisti da 140 nazioni. Una presenza, quella piemontese, ininterrotta fin dalle prime edizioni, forte ed unitaria come dimostrano gli oltre 600 espositori che occupano l’intero Padiglione 10, ampliato e rinnovato per dare maggiore spazio ai tanti produttori. Sono in gran parte piccole e medie aziende, alle quali si aggiungono una ventina di Cantine cooperative, Associazioni di produttori, Consorzi di tutela, organizzazioni economiche e professionali dei produttori e numerosi enti e istituzioni. Una partecipazione, quella piemontese, che si rinnova dando continuità a quel proficuo rapporto di collaborazione tra Regione Piemonte e le organizzazioni dei produttori, attuatori dei progetti di promozione delle produzioni agroalimentari di qualità finanziati con il nuovo programma di sviluppo rurale 2014-2020 del Piemonte, che al Vinitaly è rappresentato dal Consorzio Piemonte Land of Perfection che raggruppa i seguenti Consorzi di tutela: il Consorzio dell’Asti, il Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, il Consorzio Brachetto d’Acqui, il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, il Consorzio del Gavi e la Vignaioli Piemontesi, il Consorzio Alta Langa, il Consorzio Vini Doc Caluso Carema Canavese, il Consorzio Vini Colli Tortonesi, il Consorzio Freisa di Chieri e Collina Torinese, il Consorzio vini del Roero; a questi si è aggiunto il Consorzio di Tutela dei Nebbioli Alto Piemonte.

Al Vinitaly il progetto si esplicita nella collaborazione tra Regione Piemonte, Piemonte Land of Perfection e Unioncamere Piemonte, per organizzare la partecipazione di circa 200 produttori in un’area espositiva collettiva, per valorizzare e promuovere l’immagine unitaria e coordinata del sistema Piemonte, che comprende un’area accoglienza e di degustazione che vedranno protagonisti i grandi vini del Piemonte: ben 17 Docg e 42 Doc che coprono circa l’80% della produzione totale.

Come negli anni precedenti l’immagine utilizzata per l’allestimento dell’area, nasce dall’opera artistica di Giuseppe Abate, scelto attraverso il concorso di giovani artisti, promosso da Regione Piemonte e Artissima, Internazionale d’Arte contemporanea di Torino.

Il Piemonte al Vinitaly proporrà anche il “Ristorante Piemonte” nella Cittadella della Gastronomia del Vinitaly, curato da grandi chef piemontesi stellati: Davide Palluda del Ristorante all’Enoteca di Canale d’Alba e Fabrizio Tesse della Locanda di Orta San Giulio, che proporranno i piatti della migliore tradizione piemontese in abbinamento ai grandi vini Doc e Docg.
«I nostri vini, apprezzati in tutto il mondo, costituiscono una grande risorsa economica e un simbolo del made in Italy e made in Piemonte. - commenta l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero - La Regione Piemonte è impegnata nel dare continuità al sostegno al comparto, soprattutto con le misure dell’Ocm vino: promozione su Paesi terzi per un ammontare di 10 milioni di euro, investimenti, ristrutturazioni e riconversioni ed ancora con le diverse misure del nuovo PSR 2014-2020, tra cui la misura sulla promozione agroalimentare che nel 2017 prevede finanziamenti per 4 milioni di euro da cui deriva la partecipazione al Vinitaly 2017». 

Articolo di: sabato, 08 aprile 2017, 8:24 m.

Dal Territorio

Ad Oleggio è passione per la palla ovale

Ad Oleggio è passione per la palla ovale
OLEGGIO - Sono ben due le realtà che a Oleggio promuovono la disciplina sportiva della palla ovale: l’Oleggio Rugby Asd Raptors e l’Amatori Rugby Oleggio Ricci. “La vera meta è crescere con valori di lealtà sportiva e rispetto verso tutti”: così è scritto nel patto educativo dell’Oleggio Rugby Asd Raptors. Una frase che ben(...)

continua »

Altre notizie

In stato di alterazione, aggredisce la vicina: arrestata

In stato di alterazione, aggredisce la vicina: arrestata
NOVARA, Una 38enne novarese, già conosciuta dalle Forze dell’Ordine, ha aggredito verbalmente e fisicamente, martedì sera, una vicina di casa, entrando nella sua abitazione, dopo aver danneggiato una porta finestra. La donna, C.B. le sue iniziali, ha agito in stato di alterazione psicofisica dovuta verosimilmente all’assunzione di alcol e stupefacenti. La(...)

continua »

Altre notizie

Week end ricco di eventi a Novara

Week end ricco di eventi a Novara
NOVARA – Weekend ricco di eventi a Novara. Alle 10 di domani, sabato 13 maggio, è in programma l’inaugurazione della Fiera Campionaria che rimarrà allestita in viale Kennedy fino al 21 maggio. Tante e interessanti come sempre le realtà presenti: ci sarà anche il Corriere di Novara con un suo stand e tanti eventi e incontri. Sempre domani il Lions(...)

continua »

Altre notizie

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta
Novità per la “Guida blu”, che certifica il meglio dei mari e dei laghi italiani,  realizzata da Legambiente e Touring Club italiano. Quest’anno le località marine e lacustri sono state raggruppate in comprensori turistici, e non assegnando le tradizionali vele ai singoli comuni, perché «chi va in vacanza non si ferma al confine(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top