Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 03 novembre 2017, 11:08 m.

Il novarese Carlo Robiglio sarà il nuovo presidente di Piccola Industria

«Per le aziende è necessaria una rivoluzione culturale»

È Carlo Robiglio il presidente designato di Piccola Industria nazionale. La sua elezione ufficiale avverrà a Roma, il prossimo 23 novembre, ma il primo importante risultato, sottolineato subito con soddisfazione dallo stesso presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, è già l’unanimità della candidatura di Robiglio espressa da Piccola Industria: un’unanimità che ha saputo far prevalere gli obiettivi comuni sui personalismi. Carlo Robiglio, novarese, classe 1963, attualmente alla guida di Piccola Industria Piemonte, succederà quindi a Alberto Baban. Per lui, uomo di azione, ma anche di cultura e di passione, si annuncia un impegno difficile, in un momento complesso in cui la Quarta Rivoluzione Industriale sta mutando il volto delle imprese e del lavoro. Un impegno da cui, tuttavia, Robiglio, presidente e Ceo della holding Ebano (che opera nel campo editoriale e che è leader di mercato in Italia nei corsi professionali, formazione a distanza e e-learning),  non si sente intimorito. Dopotutto, alle sfide complesse Robiglio è abituato: nel 2016 fu a lui che venne affidato l’incarico di presidente pro tempore del Gruppo Sole 24 Ore durante una fase molto delicata che prevedeva il passaggio a una nuova governance (attualmente è vicepresidente del Gruppo). 

I problemi delle “piccole” restano gli stessi, alla luce di una politica industriale che non tiene conto della reale situazione del Paese il cui tessuto industriale è formato da Pmi. Non crede, però, che, nell’epoca del 4.0, proprio le “piccole” italiane siano chiamate a fare un salto culturale e che occorrano elementi forti per aiutarle in questo passaggio?

«Sì, certo. Ritengo, infatti, che il dualismo piccola-grande impresa basato su classi dimensionali sia finalmente da superare. Esiste ormai un’unica categoria di impresa: quella smart ossia quella innovativa, veloce, sostenibile, aperta. Sarà sempre più questo l’elemento differenziale. La politica industriale del futuro non dovrà, quindi, essere tanto una politica calibrata sulla dimensionalità dell’impresa o che favorisce la crescita dimensionale dell’azienda fine a stessa, ma una politica  in grado di favorire l’acquisizione della veste smart da parte delle aziende. Essere piccoli o grandi, nel 4.0, più che una questione di dimensioni sarà una questione di testa».

Giovanni Orso

Leggi tutta l'intervista sul Corriere di Novara in edicola 

Articolo di: venerdì, 03 novembre 2017, 11:08 m.

Dal Territorio

Una nazionale sempre più novarese

Una nazionale sempre più novarese
NOVARA - Prima Montipò e adesso Dickmann. In pochi mesi il Novara ha visto debuttare in nazionale due suoi “gioielli” fatti in casa.  Ad inizio stagione era toccato al portierino “made in Novara” esordire con l’Under 21 in un’amichevole ufficiale, martedì la stessa gioia l’ha provata il biondo terzino milanese: novanta minuti(...)

continua »

Altre notizie

Controlli di caccia: sequestrato fucile ‘irregolare’

Controlli di caccia: sequestrato fucile ‘irregolare’
OLEGGIO, Nel corso del week end passato sono stati eseguiti alcuni controlli di caccia sul territorio del Novarese. A conclusione dell’attività, una persona è stata denunciata all’Autorità giudiziaria e, contro un’altra, è stato elevato un verbale di sanzione amministrativa. L’11 novembre i militari della Stazione Carabinieri(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Bonifica cava della Romentino Inerti: «A pagare non siano i cittadini»

Bonifica cava della Romentino Inerti: «A pagare non siano i cittadini»
ROMENTINO - Ora che il processo per presunto traffico illecito di rifiuti alla cava della Romentino Inerti si è concluso con sei assoluzioni, l’Amministrazione comunale guarda al futuro con una certa preoccupazione. Che ne sarà del sito di via Torre Mandelli dove sono stati ritrovati rifiuti che lì non dovevano essere? Chi effettuerà la bonifica?(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top