Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 25 settembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 17 ottobre 2016, 11:18 m.

Igor Volley, un vero esordio da sballo

Inizia nel migliore dei modi il campionato della squadra di Fenoglio

NOVARA - Non poteva aprirsi in modo migliore la stagione della Igor Volley.  Le novaresi infatti si sono imposte in tre set in poco più di un’ora e un quarto di gioco alle altoatesine del Sudtirol Neruda Bolzano.

Un successo mai in discussione, nel quale la squadra di Marco Fenoglio ha dimostrato tutto quello che il suo allenatore voleva fosse espresso. Grinta, fisicità, velocità di esecuzione e solidità difensiva sono state le armi di questo primo successo. Il tecnico novarese apre il suo campionato schierando Dijkema in cabina di regia, Barun opposto, Chirichella-Bonifacio sono le centrali, Piccinini e Pietersen schiacciatrici, Sansonna libero. Dall’altra parte, con la novità dell’ultima ora, Massimo De Stefano in panchina, ingaggiato come D.S. proprio a ridosso del match, Salvagni oppone Pincerato regista, Popovic opposto, Bauer e Zambelli centrali, l’olandese Grothues e l’americana Bartsch alle bande, l’altra ex Bruno è il libero.

Spacca subito l’emozione del debutto la Igor che prende possesso del campo infilando un bel break di 8-3 targato Barun-Pietersen, che costringe le ospiti allo stop in panchina. La buona battuta delle azzurre trova impreparata la ricezione bolzanina che non permette alla regista Pincerato di variare il gioco. Novara ha quindi una fase di muro e contrattacco molto concreta, che la porta a scavare un solco determinante (17-8) per il risultato del set che si chiude con un attacco dalla seconda linea di Kate Barun (25-15).

Nella seconda frazione le ospiti danno l’impressione di essere entrate in partita; infatti le azzurre di Fenoglio devono rincorrere nella prima parte. Sono 2 i punti di vantaggio delle arancio blu (7-9) quando Novara infila un break pesante di 6-0: un ace di Barun, due muri consecutivi di “Franci” Piccinini, un attacco dalla seconda di Pietersen ed un errore di Popovic riportano la Igor avanti 13-9. Una squadra che, lanciata, non si ferma più, trovando soluzioni positive da tutte le posizioni e che portano velocemente al 2-0 con palla set concretizzata al secondo tentativo ancora da un attacco pipe di Barun (25-18).

Anche nel terzo set le altoatesine hanno una prima parte positiva, dove hanno la possibilità di contrastare le novaresi; anche se con giocate non proprio pulite Popovic e compagne vanno ad un vantaggio massimo di due lunghezze (6-8). Non serve la sollecitazione da parte della panchina, perché tra Pietersen e la battuta insidiosa di Chirichella, l’Igor bissa la situazione del precedente set, passando prepotentemente in vantaggio 12-8.

Entra anche Donà per Pietersen sul 15-10 e la veneta subito va a centrare un ace a cui seguono però tre palle giocate con troppa sufficienza, che portano le ospiti a ridurre lo svantaggio a -3 (16-13). Fenoglio chiede calma e testa e subito la sua squadra risponde presente. Salvagni, sulla nuova accelerazione azzurra, deve fermare il gioco sul 19-13, ma certamente si rende conto che il destino è ormai segnato. Novara infatti non fa altro che gestire la fase finale chiudendo set e partita con un attacco lungo linea di Judith Pietersen dopo un lungo e spettacolare scambio che ha infiammato il PalaIgor.

Attilio Mercalli

Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 17 ottobre 2016

Articolo di: lunedì, 17 ottobre 2016, 11:18 m.

Dal Territorio

Il Novara cede all’Avellino

Il Novara cede all’Avellino
NOVARA -  AVELLINO  1- 2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni, Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone, Di Mariano (1’ st Macheda), Maniero, Chajia (36’ st Sansone).  All.:  Corini.   AVELLINO:  Radu, Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato, Laverone (33’ st Lasik), Paghera(...)

continua »

Altre notizie

Ubriaco entra in un bar, impugnando una grossa pinza da fabbro: arrestato

Ubriaco entra in un bar, impugnando una grossa pinza da fabbro: arrestato
VARALLO POMBIA, Già ubriaco, entra in un bar di Varallo Pombia, nel Novarese, e sin da subito inizia a importunare gli avventori. E lo fa non solo a parole, ma anche impugnando una grossa pinza da fabbro. Immediatamente è stato richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine. E’ successo al bar “Joker” nella notte del 23 settembre. Sul posto sono(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top