Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 24 febbraio 2017
 
 
Articolo di: sabato, 22 ottobre 2011, 2:37 p.

I rischi del fumo al centro della prima serata medica dell'Avis di Cressa

Il prossimo appuntamento venerdì 28 ottobre

CRESSA - Prima serata di divulgazione medica, promossa dalla sezione di Cressa dell'Avis, ieri sera, al Museo del baco da Seta del comune del Novarese.

Relatore della serata è stato il professor Stefano Bellosta, dell’università di Milano, con l'intervento “Il fumo e la patologia cardiovascolare".

La grande esperienza del relatore, da anni ricercatore universitario sulle patologie cardiovascolari, ha permesso al pubblico di capire la fisiopatologia delle lesioni arteriosclerotiche e il loro evolversi. Bellosta ha, quindi, posto l’attenzione sulla mortalità dovuta alle patologie cardiovascolari, che, nei Paesi 'evoluti', sono la prima causa di morte. Nelle note di prevenzione oltre ai fattori “non modificabili” come l'ereditarietà, ci sono fattori “modificabili”: obesità e il fumo di sigaretta.

La somma di due o più fattori, ha dimostrato il professore, portano a un moltiplicarsi dei fattori di rischio. A questo punto della serata ci si è addentrati meglio nel meccanismo che danneggia le pareti dei grossi vasi provocati dal fumo di sigaretta: una profonda analisi ha dimostrato inequivocabilmente come il fumo di sigaretta provochi alterazioni nel lume vascolare con una precisione tale da indicare addirittura l’intervallo di tempo trascorso tra l’inalazione del fumo e l’inizio dal danno vascolare.

La serata è continuata con le risposte alle numerose domande che l’argomento ha sollevato e prima del consueto rinfresco finale il relatore ha concluso, dicendo che sarebbe meglio non iniziare a fumare, perchè il rischio cardiovascolare, per chi ha avuto la grande forza di volontà di smettere, non si azzera nemmeno dopo 20 anni.

Il secondo appuntamento delle serate mediche promosse dall'Avis di Cressa si terrà venerdi 28 ottobre con la relazione “L’artrosi questa (s)conosciuta”, tenuta dal dottor Savio Fornara.

Durante la serata di venerdì 21 ottobre, è stata consegnata una targa ricordo al professor Bellosta da parte del presidente della locale sezione Avis, Danilo Leonardi.

Monica Curino

Articolo di: sabato, 22 ottobre 2011, 2:37 p.
Articoli correlati Al via il nuovo anno dell’Avis Cressa: molte le iniziative (2) “Hai da spegnere?”: prosegue la campagna firmata Asl No e Lilt (1) Settimana della donazione di sangue nelle università (1) Insigniti i Benemeriti della Solidarietà (1) «Se oggi fossi io il nuovo sindaco di Novara per prima cosa farei...» (1) In arrivo in settimana un'impresa che valuterà gli interventi da attuare all'ex Olcese (1) Scelti i tre Novaresi dell'Anno (1) Avis: ecco tutti i benemeriti (1) Donatori Avis in festa sabato 5 novembre (1) "In estate donate sangue", l'appello di Novara soccorso (1) Per il Cerrus Basket non solo sport (1) Avis di Romentino: «Numeri di tutto rispetto» (1) Musica, danze e stand a Invorio per la festa del volontariato (1) Donazione di sangue: l’esempio dal gruppo Avis operatori 118 Novara e sostenitori (1) Gran successo per le serate mediche promosse dall'Avis di Cressa (1) 60° Avis Borgomanero, premiati 300 donatori di sangue (1) “Pressione sonora” per avvicinare i giovani all’Avis (1)

Tags: Avis, fumo, bellosta, leonardi, mediche

Dal Territorio

81enne truffata da due finti dipendenti dell’acquedotto

81enne truffata da due finti dipendenti dell’acquedotto
CERANO, Ancora truffatori in azione nel Novarese. L’ultimo episodio si è verificato l’altra mattina a Cerano. Qui due soggetti si sono presentati in un’abitazione di via Papa Giovanni XXIII, riferendo all’anziana che ha aperto loro la porta, classe 1935, di essere alcuni addetti dell’acquedotto. La strategia utilizzata per la truffa è stata la(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top