Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 febbraio 2017
 
 
Articolo di: martedì, 17 luglio 2012, 7:10 p.

Giudizio abbreviato per tre ex assessori della Giunta Giordano-Moscatelli

La discussione per Giuliano, Contaldo e Pessarelli fissata al 23 gennaio

NOVARA - Udienza preliminare, nel primo pomeriggio di oggi, martedì 17 luglio, in Tribunale a Novara, per i presunti abusi d'ufficio compiuti in occasione della campagna elettorale per le comunali del 2011 da tre ex assessori della Giunta targata Giordano-Moscatelli, ossia Massimo Contaldo, Raimondo Giuliano (entrambi del Pdl, il primo all'Istruzione e decentramento, il secondo al Welfare e politiche sociali) e Giancarlo Pessarelli (della Lega Nord, con delega alla Cultura).

Tutti e tre, davanti al giudice Claudio Siclari, hanno scelto e chiesto con i propri avvocati (Claudio Bossi per i primi due e Andrea Zanetta per il terzo) di essere processati con il rito abbreviato. L'udienza è stata quindi aggiornata al 23 gennaio 2013, quando inizierà la discussione.

Un procedimento, il rito abbreviato, che (a porte chiuse) si tiene sulle carte già agli atti, e che prevede, in caso di condanna, lo sconto di un terzo della pena.

Ma quali le imputazioni per i tre ex assessori relative a quella accesissima campagna elettorale che portò poi, il 29 maggio, all’elezione del sindaco Andrea Ballarè sostenuto dal centro sinistra? Per Giuliano (rieletto) presunte irregolarità nei tempi, nel confezionamento e nella distribuzione di un opuscolo-guida ai servizi di “Novara città dei bambini”; per Contaldo (non rieletto) una mail inviata alla mailing list del Centro per la famiglia – intestata “Assessorato alle Politiche sociali” – nella quale si sottolineava il ruolo della famiglia «come la principale risorsa da sostenere ed accrescere». Contaldo «dopo 5 anni» salutava «tutte le famiglie» che avevano «saputo apprezzare i nostri servizi», solo che, a quanto pare, lo avrebbe fatto, così come Giuliano, in maniera illegittima, fuori tempo massimo, ovvero in un periodo in cui erano possibili solo comunicazioni tecniche da parte degli amministratori, procurandosi così “ingiusti vantaggi”. Pessarelli (non rieletto) avrebbe a sua volta inviato una mail (si concludeva con «…Sperando che non mi manchi il vostro sostegno…»), tramite la mailing list del Teatro Coccia (era presidente della relativa Fondazione), in cui faceva una sorta di bilancio della stagione: forma illegittima in un periodo “proibito”, secondo la Procura.

Monica Curino

Articolo di: martedì, 17 luglio 2012, 7:10 p.
Articoli correlati Accusato di violenza sessuale verso le figlie minorenni: arrestato uomo del Togo (2) Tre ex assessori comunali rischiano di finire sotto processo per abuso d’ufficio (2) Fermato con oggetti atti a offendere: cinese denunciato (1) Elezioni a Borgomanero: Lega Nord con Tinivella? (1) Lesa: denunciati in due per esercizio abusivo della professione medica in concorso (1) Forestale sequestra terreno di 10mila mq a Cavallirio (1) Undici nuove sezioni di materne statali nel Novarese (1) Rotary Club Valticino in aiuto ai più bisognosi con 12mila euro in buoni spesa (1) Professore di Novara arrestato: abusava di studentesse (1) Seconda edizione delle borse di studio e premi di laurea Panarotto e Zanetta (1) Cota, Zanetta e De Salvo Novaresi dell'Anno 2011 (1) Inaugurazione di un nuovo pulmino per l'Ash di Novara (1) Ballarè critica l assessore Giuliano (1) Il “Sigillum Comunitatis Novariae” a Cota, De Salvo e Zanetta (1) Vandali nella notte a Villa Zanetta (1) Koten Cavaliere di Gran Croce (1) Manovra di Ferragosto: continua il dibattito (1) Nuova apparecchiatura d'eccellenza all'ospedale Maggiore (1)

Tags: giuliano, contaldo, zanetta, claudio bossi, abusi, ufficio

Dal Territorio

Palo cade su un'auto in sosta

Palo cade su un'auto in sosta
NOVARA, Intervento di un’autovettura della Polizia locale, nel pomeriggio di domenica, in via Monte Santo, strada compresa tra via Col di Lana e via Montello, nella zona di corso XXIII Marzo. Qui, fortunatamente senza colpire nessuno, ma danneggiando un’autovettura parcheggiata, una Mercedes classe A di colore grigio, è caduto un palo che costeggiava la strada. Gli agenti(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara espugna Latina!

Il Novara espugna Latina!
LATINA - NOVARA 0- 1   LATINA:  Pinsoglio, Brosco, Dellafiore, Garcia Tena, Nica (29’ st Regolanti), Bandinelli (37’ st De Vitis), Mariga, Bruscagin, Buonaiuto (13’ st De Giorgio), Corvia, Insigne.  All.:  Vivarini. NOVARA:  Da Costa, Troest, Lancini, Scognamiglio, Dickmann, Casarini, Cinelli (5’ st(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top