Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 12 luglio 2017, 10:32 m.

Giovani giuristi dell'Upo ala Palazzo delle Nazioni di Ginevra

Per le simulazioni processuali intitolate e Nelson Mandela

Un gruppo di cinque studenti dell'Università del Piemonte Orientale parteciperà alla fase finale della Nelson Mandela World Human Rights Moot Court Competition, che si terrà a Ginevra, al Palazzo delle Nazioni, dal 17 al 21 luglio prossimi. Si tratta di una prestigiosa competizione internazionale interuniversitaria di simulazione processuale in tema di diritti umani, giunta quest’anno alla nona edizione. L’evento, organizzato dal Center for Human Rights dell’Università di Pretoria (Sudafrica) e patrocinato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, vede la partecipazione di centinaia di università da tutto il mondo. Dopo aver superato le selezioni scritte, il team dell'Università del Piemonte Orientale è stato selezionato tra le 25 migliori università (cinque per ogni continente) ammesse alla fase finale della competizione davanti a un panel di giudici di tribunali e corti internazionali.
Daiana Eufrunzina Neagoe, Carlo Mondello, Beatrice Perucca, Elisa Gibellino e Simone Ravazza sono i futuri giuristi che rappresenteranno l’UPO in questa prestigiosa competizione internazionale. Sono tutti iscritti al III e al IV anno del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali ad Alessandria e a Novara. L’attività è coordinata dai professori Andrea Spagnolo (Diritto internazionale) e Luca Pes (Diritto civile).
Come tipico di questo genere di competizioni, il lavoro degli studenti consiste nello studio approfondito di un caso fittizio incentrato sulla violazione dei diritti umani da parte di uno Stato. Ciascun team argomenterà per iscritto, in lingua inglese, sia le ragioni del ricorrente — un’associazione di vittime della presunta violazione dei diritti umani — sia quelle dello Stato convenuto. Nell’ultima fase della competizione, le squadre selezionate si affronteranno oralmente e in contraddittorio tra loro dinanzi a un panel di “veri” giudici internazionali.
Le moot courts — così si chiamano le attività simulatorie sempre più diffuse nell’insegnamento universitario — rappresentano dunque un modo “diverso” di studiare il diritto, complementare rispetto alle altre attività curriculari. Gli studenti lavorano in gruppo sotto la guida di uno o più docenti e acquisiscono capacità di analisi e approfondimento applicate a un caso concreto, oltre che abilità linguistiche, argomentative e dialettiche indispensabili per partecipare con successo a competizioni internazionali come la Nelson Mandela World Human Rights Moot Court Competition.

Articolo di: mercoledì, 12 luglio 2017, 10:32 m.

Dal Territorio

Igor Volley, brutto esordio in Champions

Igor Volley, brutto esordio in Champions
TREVISO - Esordio amaro in Champions per la Igor Novara uscita sconfitta dal PalaVerde di Treviso in 4 set da una Imoco Conegliano che, in formato Europa, si è dimostrata nettamente superiore. Certo una bella mano gliel'ha data la squadra azzurra, in campo per tre set, quelli persi, giocati senza nerbo, con un atteggiamento totalmente non consono all’impegno, fallosa(...)

continua »

Altre notizie

Omicidio Gennari: confermati i 18 anni anche in Appello

Omicidio Gennari: confermati i 18 anni anche in Appello
NOVARA, 18 anni anche in secondo grado a Torino, in Appello, per Nicola Sansarella, il quarantunenne novarese, ex tifoso del Novara calcio, accusato dell'omicidio dell'amico. L'uomo è accusato di aver ucciso l'amico Andrea Gennari e di averlo poi sepolto insieme a un altro soggetto nei boschi posti intorno a Santa Rita, nell'area non distante dalla sede del centro di smistamento delle(...)

continua »

Altre notizie

Weekend sulle piste del Rosa

Weekend sulle piste del Rosa
MACUGNAGA -Per gli appassionati dello sci, impianti aperti ai piedi del Rosa. Con il weekend di Sant’Ambrogio e dell'Immacolata, si è dato il via alla stagione sciistica. Sole e condizioni ottimali per questo atteso ponte di vacanza sulla neve che ha favorito l’arrivo di molti turisti. Per il primo giorno l’apertura è stata limitata alla prima seggiovia: il tratto(...)

continua »

Altre notizie

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione
ARONA - Una donna precipita dal balcone e finisce in ospedale, indagano i carabinieri di Arona. Una cittadina marocchina di 32 anni,  sabato, è caduta dal balcone di una palazzina di via Vittorio Veneto per cause ancora da chiarire. Molto probabilmente un incidente all’origine del fatto. Forse la donna è caduta mentre si trovava a svolgere alcuni lavori di pulizia(...)

continua »

Altre notizie

^ Top