Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: martedì, 14 novembre 2017, 12:13 p.

Gene Gnocchi al Coccia con il nuovo show, “Il procacciatore”

«Troppi spunti dalla realtà per un comico»

NOVARA - Uno spettacolo che vuole portare una speranza alla gente che viene a seguire le sue conferenze». Parte da qui, dalla mission affidata al suo ultimo show, “Il procacciatore”, e all’ideale protagonista della pièce, Gene Gnocchi che domani, mercoledì 15 novembre, sarà al Teatro Coccia di Novara per dare il la alla rassegna “Comico d’autore”. In un mondo pieno di brutture dal palco può arrivare una lezione “salutare”. «Nel momento in cui il conferenziere si appresta a mostrare le slide al pubblico accade un imprevisto – ci racconta Gnocchi -. La app che gestisce il sistema va in tilt e inizia a visualizzare tutti i messaggi privati che gli arrivano». Eventi sfortunati che costringono il protagonista a cercare di concludere la conferenza, risolvendo questioni che non pensava di dover gestire. «Questo il senso dello spettacolo – ancora Gnocchi -  che porta il conferenziere a essere travolto da una vicenda sempre più compromettente e progressivamente senza via d’uscita. Ma lui ci prova, argomentando come fa ogni conferenziere, perché ha un obiettivo da raggiungere, vuole dare una speranza a chi ha di fronte, affinché possa uscire con qualcosa di buono dall’incontro».

Uno specchio della nostra realtà, della nostra società?

«Sì e tanti i temi che sono trattati, dai vaccini all’età pensionabile. C’è tutto questo nello spettacolo, certo letto a modo mio, cercando di trarre elementi positivi da quello che viviamo ogni giorno. La realtà che ci sta intorno offre veramente tanti spunti. Troppi. Tanto che per la prima volta abbiamo dovuto tagliare il testo. Di solito accade il contrario, si aggiunge questo o quello per allungare. Invece siamo stati costretti a scegliere che cosa raccontare. Certo non un bel segnale…».

Ma rispetto agli esordi oggi è più facile o difficile far ridere?

«Molto più difficile rispetto agli inizi della mia carriera partita trent’anni fa. Vedo un clima un po’ livoroso, anche a livello sociale, troppa intolleranza. La gente è sempre sul chi va là.  C’è un clima più appestato rispetto a ieri».

Gene Gnocchi vede la luce in fondo al tunnel?

«Il debutto a Tortona è andato molto bene: il pubblico rideva, magari di un riso un po’ amaro, ma si è divertito. Non so se per le situazioni dello spettacolo o per una risata liberatoria. Non è uno show facile, anzi è molto complesso: chi fa questo lavoro è portato a rappresentare la realtà a modo suo. E la gente lo sa».

Gene Gnocchi conosce bene Novara.

«Ci sono venuto spesso e ogni volta è l’occasione per incontrare il regista Paolo Beldì con il quale ho iniziato. E quando ci troviamo non facciamo che ribadire l’uno all’altro quanto siamo invecchiati», commenta il comico che è in libreria con “Il petauro dello zucchero. Dizionario essenziale per non diventare come quello là” edito da La nave di Teseo.

Inventiamo uno slogan per attirare il pubblico novarese?

«Venite al Coccia perché di questi tempi è decisamente meglio che vedere il Novara Calcio».

Eleonora Groppetti

Articolo di: martedì, 14 novembre 2017, 12:13 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne
GATTICO, Lunedì a Gattico, nel Novarese, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato M.O., cittadino marocchino residente nella zona del Verbano, classe 1986, già conosciuto dalle Forze dell’ordine. L’uomo è finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso di uno dei quotidiani controlli alla(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top