Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 febbraio 2017
 
 
Articolo di: martedì, 25 ottobre 2011, 8:42 m.

Garbagna: protocolli tra Provincia e Comuni per migliorare la viabilità

Un accordo riguarda anche l'annoso problema del sottopasso di Nibbiola

GARBAGNA NOVARESE - Una viabilità maggiormente funzionale alle imprese e più sicura per i cittadini.

Un’esigenza comune a tutti gli abitanti della Bassa Novarese, che, attraverso lo strumento amministrativo dei Circondari, hanno potuto rivolgersi all’Amministrazione provinciale con una voce unica, frutto del lavoro costruito mese dopo mese nell’ambito dell’assemblea che riunisce tutti i sindaci del Sud Novarese. 

Un lavoro preliminare che ha portato la Provincia a sottoscrivere due Protocolli d’Intesa, sigliati nella mattinata di lunedì 25 ottobre, in Municipio, a Garbagna Novarese.

Il primo riguarda il riordino, la sicurezza e lo sviluppo della viabilità di buona parte dei comuni della Bassa. Il secondo interessa in particolare il Comune di Nibbiola, per il superamento del passaggio a livello sulla linea ferroviaria Genova-Sempione, lungo la SP. n. 6 “Trasversale  del  Basso Novarese”, un problema che si trascina da anni.

Le firme sono state siglate dai sindaci e dal Presidente della Provincia di Novara, Diego Sozzani. 

Con loro anche l’assessore provinciale ai Trasporti e alla Viabilità, Gianluca Godio, e il consigliere provinciale Alessandro Albanese. “Ringrazio il Presidente e tutta la Provincia per averci dato uno strumento amministrativo innovativo come quello dei Circondari; per la prima volta – ha spiegato il sindaco di Garbagna Novarese, Davide Milanesi – siamo stati in grado di presentare una linea comune di interventi a beneficio di tutto il territorio”.

Sono diverse le politiche definite dal Protocollo.

Provincia e Comuni si impegnano a individuare risorse e progetti al fine di contenere i rischi legati al passaggio della Provinciale 211 in mezzo ai centri abitati di Garbagna, Vespolate, Borgolavezzaro e Nibbiola.

Altro punto riguarda l’adeguamento e la messa in sicurezza dei tratti extra urbani della Provinciale, con la volontà di allungare il percorso delle piste ciclabili.

Tra gli accordi c’è anche quello di avviare il tavolo di lavoro sul tracciato del Corridoio Europeo 24, Genova-Rotterdam. Molte di queste richieste sono già oggetto dell’attività che l’Ente Provincia sta portando avanti. “A fronte dell’impegno assunto oggi – ha risposto il Presidente Sozzani – saremo ancora più motivati, in virtù di un’intesa tra singoli territori capace di fare massa critica; non solo in Provincia, ma anche in Regione e, perché no, a livello nazionale”. Il riferimento di Sozzani è anche alle Ferrovie italiane, al centro del dibattito rispetto al secondo protocollo d’intesa per il superamento del passaggio a livello che limita circolazione, sicurezza ed economia di Nibbiola e dei comuni vicini. “Invieremo questo accordo a Rfi, perché possano comprendere – ha segnalato Sozzani – che un’attesa di 20 minuti per attraversare i binari divide in due la città. Fortunatamente episodi del genere non sono così frequenti come durante lo scorso anno, ma non per questo abbasseremo la guardia”.

Infine una considerazione sul ruolo decisivo dei Circondari nella gestione del Novarese. “Non ci siamo inventati nulla di nuovo; i Circondari erano lì a portata di mano, anche per coloro che ci hanno preceduti. Dare responsabilità agli ambiti locali significa restituire competenze e dignità ai singoli territori, nonché ottimizzare tempi e risorse della politica”, ha commentato Sozzani. “Senza una strategia condivisa da tutta la Bassa – ha concluso il Presidente – i singoli problemi di Nibbiola, Tornaco, Garbagna, Vespolate, Borgolavezzaro e Terdobbiate sarebbero destinati a persistere, a fronte della mancanza di fondi che in questi giorni ha inciso così pesantemente sulla programmazione della viabilità di tutta la Regione”.

Monica Curino

Articolo di: martedì, 25 ottobre 2011, 8:42 m.
Articoli correlati Sportelli integrati: Comuni insieme per offrire più servizi (2) Demografia, così il 2011 nella Bassa Novarese (1) Nibbiola, un bonus sostiene le famiglie (1) A quando il sottopasso? (1) Pannelli sulla "Terra tra i due laghi": presentazione a Nebbiuno venerdì (1) Campagna della Provincia di Novara contro l'abbandono degli animali (1) Accolti in Provincia i bimbi Saharawi (1) A Nibbiola in viaggio nel passato (1) Sopralluogo sulla viabilità a Olengo e dintorni (1) Rubata statua dal cimitero di Nibbiola (1) "Per la cultura del fare, non a scaldare la sedia" (1) A Nibbiola s’insedia il nuovo Consiglio comunale (1) Passaggi a livello Momo e Nibbiola: accordo in via di definizione (1) Sovrappasso, pronto il progetto (1)

Tags: Nibbiola, Terdobbiate, sottopasso, provincia di Novara

Dal Territorio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Accusato di aver preso a mazzate un conoscente: chiesti 6 anni

Accusato di aver preso a mazzate un conoscente: chiesti 6 anni
NOVARA, Sei anni di reclusione. E’ la condanna chiesta dal pm oggi pomeriggio, martedì 21 febbraio – in Tribunale a Novara – nei confronti di Mario Gjoni, uno dei tre albanesi (gli altri due, Piter e Mark Gjoni, zio e nipote tra loro, hanno patteggiato negli scorsi mesi) accusati dell’aggressione al connazionale Elton Shano, 37 anni, colpito a mazzate(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top