Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 24 maggio 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 13 marzo 2017, 10:28 m.

Fine vita: una legge ci vuole, fra mille dubbi

Parlamentari novaresi concorsi

Soddisfazione ma anche tanta speranza. E non solo di fronte a un’urgenza rappresentata da un caso, quello del “dj Fabo”, che indubbiamente ha avuto anche una notevole risonanza mediatica nelle ultime settimane. E’ quanto ha espresso la senatrice Elena Ferrara per quanto riguarda il progetto di legge relativo alle “dichiarazioni anticipate di trattamento”: «Il testo che approda lunedì (oggi per chi legge, ndr) alla Camera è frutto di un lungo processo di mediazione, ma che rappresenta un significativo passo avanti rispetto a quanto discusso in precedenza».
Da Ferrara anche qualche considerazione di natura politica: «Come Partito democratico anche su questo argomento rivestiamo un’importante responsabilità. Abbiamo tenuto in considerazione molti aspetti, recependo istanze della parte medica e altro ancora di natura più etica. Ora ci auguriamo che il lungo lavoro da parte della Commissione possa consentire una rapida approvazione di questo importante provvedimento da parte dell’aula di Montecitorio. E che la stessa cosa possa avvenire al Senato, evitando una “terza lettura”, che provocherebbe un pericoloso allungamento dei tempi in considerazione che siamo agli sgoccioli della Legislatura».
Diverse sono le posizioni espresse dall’altro parlamentare del Pd, Giovanni Falcone. Il deputato novarese ha dichiarato di annoverarsi «tra coloro che non reputano opportuno normare il “fine vita”, essendo l’argomento di particolare sensibilità e attinente ai diritti personali da gestire con cautela. Ritendo - ha proseguito - che sia opportuno far prevalere il confronto del paziente con i familiari e il medico e che quest’ultimo debba valutare sempre secondo scienza e coscienza. Per queste ragioni io voterò no».

Per Gaetano Nastri, deputato novarese di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale «la questione va affrontata senza dogmi o ideologia, pur con il principio di fondo dell'inviolabilità e della sacralità della vita. Discorso ben diverso dal testamento biologico o del “fine vita” è quello dell’eutanasia, alla quale sono fortemente e radicalmente contrari».

Il “testamento biologico” e il “fine vita” sono due temi che anche il “Movimento 5 Stelle” ha preso in esame da tempo e nello scorso mese di settembre ha preso in considerazione, come in altre occasioni, la possibilità di “sondare” la posizione dei militanti. Lo ha ricordato il senatore novarese Carlo Martelli nella giornata di sabato: «Essendo il nostro un esperimento di democrazia diretta e partecipativa», ha detto, su questo argomento «si espressero nell’occasione 20.315 iscritti certificati nel merito, i quali si proponevano di dare una risultante relativamente al trattamento del tema dell’eutanasia e del testamento biologico; al questionario più importante, quello sull’eutanasia, si espressero 20.086 iscritti, di cui 18.204 favorevoli alla sua introduzione e solo 1.882 i contrari».

Luca Mattioli 

Leggi di più sul Corriere di Novara di sabato 13 marzo 2017 

Nella foto un'immagine di attivisti francesi favorevoli a una legislazione per regolare il fine vita: nel 2015 il Parlamento d'Oltralpe aveva già legiferato su questa delicatissima questione partendo dal presupposto che  "Dormire prima di morire per non soffrire"

Articolo di: lunedì, 13 marzo 2017, 10:28 m.

Dal Territorio

Novara Calcio, è già tempo di decisioni

Novara Calcio, è già tempo di decisioni
NOVARA - E’ già tempo di decisioni. La settimana che inizia oggi dovrà sciogliere definitivamente i primi nodi sul prossimo futuro del Novara Calcio. Appare ormai scontato che l’incontro con il direttore sportivo Domenico Teti porterà al proseguimento del matrimonio, presumibilmente con un rinnovo biennale. Del resto, dopo Carpi, le dichiarazioni del diretto(...)

continua »

Altre notizie

Vasto incendio a Parona: alta colonna di fumo vista anche nel Novarese

Vasto incendio a Parona: alta colonna di fumo vista anche nel Novarese
NOVARA, Una colonna di fumo nera che si è vista non solo nel Pavese, da dove si è alzata a seguito di un incendio scoppiato in una ditta di Parona, ma anche in molti comuni del Novarese. In particolare nella zona dell’Ovest Ticino, da Trecate a Cerano, passando anche per Novara. Le fiamme sono scaturite intorno alle 16.30 di oggi nella zona della Aboneco recycling,(...)

continua »

Altre notizie

Week end ricco di eventi a Novara

Week end ricco di eventi a Novara
NOVARA – Weekend ricco di eventi a Novara. Alle 10 di domani, sabato 13 maggio, è in programma l’inaugurazione della Fiera Campionaria che rimarrà allestita in viale Kennedy fino al 21 maggio. Tante e interessanti come sempre le realtà presenti: ci sarà anche il Corriere di Novara con un suo stand e tanti eventi e incontri. Sempre domani il Lions(...)

continua »

Altre notizie

Industria manifatturiera novarese: avvio d'anno positivo

Industria manifatturiera novarese: avvio d'anno positivo
NOVARA - Apertura d’anno positiva per l’industria manifatturiera novarese che tra gennaio e marzo 2017 evidenzia un aumento della produzione, cresciuta del +5,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un incremento su base annua anche del fatturato, in ascesa del +4,1%. La 182a “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” vede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top