Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
 
 
Articolo di: sabato, 06 maggio 2017, 9:32 m.

Famiglie in festa con le ostetriche di Novara

Celebrata anche in città la Giornata internazionale dedicata a questa professione

NOVARA - Ostetriche, mamme, papà e bambini tutti in piazza Duomo ieri pomeriggio per la manifestazione organizzata dal Collegio interprovinciale delle ostetriche di Novara, Vco, Biella e Vercelli in occasione della Giornata Internazionale dell'Ostetrica. Al centro della piazza è stata installato un gazebo al quale è stato possibile ricevere informazioni su gravidanza, nascita, puerperio, allattamento e salute femminile e richiedere una consulenza gratuita. Allestito anche un Punto Mamma, un angolo dove poter allattare e cambiare il proprio bambino in tranquillità. Qui abbiamo incontrato la presidente del Collegio Graziella Ticozzi: “Questa iniziativa ha l’obiettivo di far conoscere la figura dell’ostetrica come professionista non solo al servizio della donna ma di tutta la famiglia e non solo per quanto riguarda la gravidanza: si va dalla nascita alla menopausa. Importante anche ribadire il nostro ruolo nel promuovere l’allattamento al seno e il sostegno alle mamme nel periodo del post partum”. Le ostetriche operano negli ospedali ed anche sul territorio. Come la vicepresidente del Collegio Rita Pedroni, da 36 anni in servizio nei consultori dell’Asl Novara: “Facciamo anche prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e conduciamo i corsi di accompagnamento alla nascita” ha aggiunto tra l’altro. Al gazebo anche Virginia Terzi e Erica D’Agostino, ostetriche libere professioniste: “Seguo molte donne a domicilio sia nel periodo preparto che dopo – ha spiegato la dottoressa Terzi – le aiuto anche durante il travaglio prima di accompagnarle all’ospedale e in due casi ho assistito a un parto in casa”. Presenti anche alcune studentesse del corso di ostetricia a Novara (Sara, Annalisa, Francesca, Chiara e Ilaria). Dalla piazza poi si è mosso un simbolico corteo caratterizzato dal colore rosso che ha raggiunto il Parco dei Bambini dove si è svolta una simpatica merenda-aperitivo, un momento di convivialità per condividere insieme riflessioni e spunti sulla figura dell’ostetrica nella società di oggi. Valentina Sarmenghi 

Articolo di: sabato, 06 maggio 2017, 9:32 m.

Dal Territorio

Per il Novara pareggio tra gli applausi

Per il Novara pareggio tra gli applausi
NOVARA – SPEZIA 1 - 1   NOVARA : Montipò, Golubovic, Mantovani, Chiosa, Dickmann (32’ st Maniero), Casarini, Ronaldo (24’ st Orlandi), Calderoni, Moscati, Sansone (41’ st Di Mariano), Puscas.  All.:  Di Carlo. SPEZIA:  Di Gennaro, De Col, Terzi, Giani, Lopez, Mora (21’ stMaggiore), Bolzoni,(...)

continua »

Altre notizie

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top