Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 15 maggio 2017, 2:37 p.

Elezioni, i Comuni novaresi che cambiano amministrazione

A Borgomanero sei i candidati per la carica di primo cittadino

Sono in programma per il prossimo 11 giugno le elezioni amministrative (si voterà dalle 7 alle 23). Sabato alle 12 è scaduto il termine ultimo di consegna delle liste. In provincia di Novara si vota in sette comuni.

A BORGOMANERO (che supera i 15mila abitanti e potrà pertanto andare al ballottaggio il 25 giugno) gli elettori sceglieranno il nuovo sindaco tra sei candidati: Sergio Bossi (Forza Italia, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Lega Nord e tre liste civiche “Il Borgo”, “Giovani e Futuro”, “Progetto per Borgomanero”). Corrado Rossi (Pd e lista civica “Siamo Borgomanero”); Piergiorgio Fornara (tre liste civiche “Attenzione e coraggio”, “I democratici per Borgomanero” e “Pro Borgo”); Graziella Valloggia (lista civica “Insieme per Borgomanero”); Andrea Fornara (Movimento Cinque Stelle); Alberto Cerutti (lista “Il popolo della famiglia”).

A VARALLO POMBIA saranno in due a correre per la poltrona da sindaco: a proporre progetti diversi l'attuale sindaco Alberto Pilone con la lista “Progetto Varallo Pombia” e il candidato sindaco di “Rinnoviamo Varallo Pombia” Gianni Giardina. Al fianco di Giardina nella squadra “Rinnoviamo Varallo Pombia” ci sono Ugo Fanchini, Joshua Carlomagno, Elena Macario, Davide Grazioli, Concetta Messina, Carmelo Pomo, Marcello Prone, Oreste Stefanazzi, Morena Pacchiotti, Walter Allera, Vania Tommasini, Antonella Toffanello. Accanto a Pilone correranno invece Elisa Bighinzoli, Elena Chiappini, Bruno Costola, Mirko Damiani, Barbara De Galeazzi, Nazareno De Lorenzis, Matteo Favini, Federico Parachini, Sergio Praderio, Giovanni Raso, Marika Scorrano e Massimo Silvestri. Le due squadre hanno iniziato a descrivere in punti il loro programma e, anche attraverso alcuni incontri, perfezioneranno il programma elettorale per potere soddisfare le esigenze dei cittadini.

L’ingegner Gian Angelo Zoia correrà in solitaria per la poltrona di sindaco di CAVAGLIO sostenuto dalla lista “La Collina”. La sua squadra è composta da Marianna Brustia, Dino Cantoia, Enzo Castaldi, Marina Citi, Mariella De Luca, Livio Donetti, Antonio Tacca, Enrica Tacca. Un ritorno per Zoia, che ricoprì la carica di sindaco del paese durante i mandati amministrativi 1988-1993 e 1993 - 1997. Sono cinque i punti relativi ai grandi temi toccati dal programma amministrativo: Ambiente e territorio; Urbanistica, edilizia pubblica e privata, viabilità; Imposte e tributi; Cultura e Servizi sociali. «La nostra scommessa per il futuro - dice Zoia - è di riportare la collina ad un ruolo centrale per il paese, anche da un punto di vista economico/produttivo».

Sfida a tre a DIVIGNANO: a contendersi la poltrona di sindaco sono Barbara Cerutti che guida la lista “Viva Divignano Viva”(con lei candidati consiglieri Elena Scalzo, Andrea Platini, Nicoletta Cattani, Marco Parachini, Laura Villella, Stefano Demitri, Barbara Villella Contiero, Irene Bello, Nicola Disisto, Maria Schiavello); Maurizio Raso con il gruppo “Il paese che vogliamo” (candidati consiglieri Margherita Ferrari, Sacha Spera, Luigia Mattieri, Maria Scalzo, Roberto Sorbara, Sara Colpo, Laura Romanato, Matteo Botton, Domenico Vitucci); Gianluca Bacchetta con la lista “Cambia…menti per Divignano” (candidati consiglieri Luciano Carlana, Filippo Pianta, Laura Tolbar, Maria Boton, Gian Carlo Fidanza, Elena Petterlin, Luca Frasson, Lorella Godio, Claudio Zaccarella, Luca Sinesi).

A LANDIONA l’avversario dell’unica candidata a sindaco sarà il quorum. A presentarsi alle prossime amministrative risulta infatti la sola lista “Landiona Nuova, Insieme costruiamo il futuro”, che vede candidata sindaco Marisa Albertini.

La sorpresa di queste amministrative viene da CASALVOLONE: il sindaco uscente Simona Rastelli non si presenterà più alla guida della lista bensì solo come consigliere. Due le liste in corsa: “PartecipAzione per Casalvolone” del candidato sindaco Roberto Gennaro e “Nodo di canapa, Uniti concreti” di Ezio Piantanida.

Tre liste infine a BIANDRATE: “La nuova Biandrate” del candidato sindaco Francesco Cangi; “Biandrate Giovane” guidata da Mattia Griggio; “Servire Biandrate” di Luciano Pigat che cerca la riconferma.

Articolo di: lunedì, 15 maggio 2017, 2:37 p.

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula
NOVARA, Nuova udienza, martedì mattina in Tribunale a Novara, per il crac “Phonemedia”, vicenda che ha interessato molto da vicino anche il capoluogo gaudenziano. In aula, a questa nuova udienza del processo, che riguarda una delle vicende più discusse degli ultimi anni in città, anche cinque ex lavoratori, una parte dei venti che si sono costituiti parte(...)

continua »

Altre notizie

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"
NOVARA - Vittorio Sgarbi torna a Novara venerdì 24 novembre per lo spettacolo al Teatro Coccia "Michelangelo" (inizio alle 21, evento fuori stagione). Il critico d'arte, la cui collezione è in mostra al castello di Novara fino al 14 gennaio, racconterà la vita del Buonarroti accompagnato dalla musica di Valentino Corvino (compositore, in scena interprete) e assieme alle(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top