Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
 
 
Articolo di: domenica, 25 dicembre 2011, 12:40 p.

Ecco i “Gozzanesi benemeriti” 2011

Sono Alberto Allesina e Gianpaolo Martinoli

GOZZANO - Dedizione professionale, generosità nel campo sociale e custodia delle tradizioni. Sono queste le motivazioni che l’Amministrazione comunale ha individuato nell’assegnare il duplice riconoscimento di “Gozzanese benemerito” andato, quest’anno, all’imprenditore Alberto Allesina e al poeta dialettale Gianpaolo Martinoli. Le targhe sono state consegnate, in una sala consiliare gremita, dal sindaco, Carla Biscuola, che ha letto le motivazioni. Per Allesina “l’aver contribuito con grande dedizione e professionalità all’economia del paese” unendo l’impegno alla “generosità nel campo sociale che lo ha reso insostituibile sostegno della compagine calcistica (l’A.C. Gozzano, di cui è vicepresidente) che quest’anno ha raggiunto un prestigioso traguardo”, essendo giunto a militare, dopo 31 anni, in serie D. Originario della frazione Bugnate, Allesina, al rientro dal servizio militare, decise di mettersi in proprio indebitandosi per installare, nella cantina sotto casa, le prime macchine. Grazie alla collaborazione con il fratello Guerrino e Nico Rovaletti (suoi attuali soci in “Far Rubinetterie S.p.a.”), la piccola attività per la produzione di valvole per il riscaldamento crebbe rapidamente, trasformandosi, nel tempo, nell’attuale realtà con un centinaio di addetti, moderne linee di montaggio, robot e prodotti esportati in tutto il mondo.

“Testimone e custode delle tradizioni del paese le cui radici possono essere così preservate per essere tramandate alle future generazioni”, Martinoli, “gozzanese da dieci generazioni”, entrò da ragazzo nell’impresa edile di famiglia in cui lavorò sino a fine anni Novanta, dedicandosi, in seguito, alla composizione in versi dialettali, descrivendo, con acuta e struggente nostalgia o con sguardo ironico, comunità locale e vicende nazionali.

Nel suo saluto, il primo cittadino ha sottolineato i valori di tolleranza, giustizia e pace, riflettendo, anche, sul periodo di crisi (che per la cittadina iniziò con la chiusura della maggiore impresa del paese, Bemberg) ed il futuro, tra sacrifici ed impegni. Momenti di riconoscenza per la collaborazione con l’Amministrazione sono stati dedicati al prevosto don Enzo Sala, al comandante della stazione dei Carabinieri, maresciallo Penariol, agli Ordini religiosi operanti sul territorio (Legionari di Cristo, Guanelliani, Comboniani, Premostratensi) e ai volontari. Il maresciallo Penariol ha quindi consegnato ai neo diciottenni la Costituzione italiana, mentre il sindaco ha premiato le migliori vetrine natalizie. L’accompagnamento è stato affidato ai canti dei bambini della scuola primaria alla presenza, tra gli altri, dell’assessore provinciale Gianluca Godio, del vicesindaco Zucchetti, degli assessori e di rappresentanze delle minoranze consiliari.

Maria Antonietta Trupia

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: domenica, 25 dicembre 2011, 12:40 p.
Articoli correlati Novara Calcio: 6 gol nel test con il Gozzano (1) Premiati gli uffici postali di Novara Centro e Gozzano (1) Domenica a tutto gol (1) Arrestati in cinque nel Borgomanerese per tentato omicidio (1) Calcio Serie D: il Gozzano torna a mani vuote (1) Calcio Serie D: il Verbania passa in trasferta grazie a Marzeglia e Tiboni (1) Il Verbania “stecca” a Sestri ma il neo mister Oliva non fa drammi: «Confortanti le prove dei giovani» (1) Verbania ko e Nisticò si dimette (1) Calcio Serie D: il Verbania cade contro i sesiani e incassa la prima sconfitta (1) Serie D: Verbania sempre più in alto (1) A Gozzano un “Viaggio nell’arte al femminile” (1) Il Gozzano si prende tre punti d’oro (1) “Crisi... che fare!?”: ciclo di conferenze (1) Ruba matasse di cavi di rame dall'ex Bemberg: individuato dai carabinieri (1) A buon punto i lavori per la nuova stazione di Gozzano (1) Ferite di media gravità per un ciclista investito a Gozzano (1) Nell’Alto Novarese allagamenti e tracimazioni (1) Con il Centro remiero a Gozzano una marcia in più per gli studenti (1) Lavoratori della ex Bemberg in assemblea (VIDEO) (1) Gozzano, non ne va bene una! (1) Gozzano: la vittoria rimane tabù (1) Nuovo tratto ferroviario a Gozzano (1) Dieci telecamere sperimentali per tre anni (1)

Tags: Gozzano

Dal Territorio

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Per il Novara pareggio tra gli applausi

Per il Novara pareggio tra gli applausi
NOVARA – SPEZIA 1 - 1   NOVARA : Montipò, Golubovic, Mantovani, Chiosa, Dickmann (32’ st Maniero), Casarini, Ronaldo (24’ st Orlandi), Calderoni, Moscati, Sansone (41’ st Di Mariano), Puscas.  All.:  Di Carlo. SPEZIA:  Di Gennaro, De Col, Terzi, Giani, Lopez, Mora (21’ stMaggiore), Bolzoni,(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top