Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 20 febbraio 2018
 
 
Articolo di: domenica, 08 ottobre 2017, 3:25 p.

Discussione degenera in strada in corso Trieste: un accoltellato e tre arresti per tentato omicidio

E’ successo venerdì sera

NOVARA, Nella serata di venerdì 6 ottobre una discussione tra pakistani nella zona di corso Trieste è sfociata in un accoltellamento. Il gruppo di extracomunitari, circa una decina, era in strada, quando è partito un alterco tra due gruppi opposti, composti rispettivamente da quattro e due persone.Durante la lite in tre sono saliti nell’appartamento sito a pochi metri per prendere alcuni coltelli. Ritornati in strada, uno di loro ha sferrato un fendente al ventre a un componente dell’altra banda, per mezzo di un coltello munito di lama lunga 28 cm; inoltre ha tentato di colpirlo alla gola, fortunatamente non riuscendovi. Ha tuttavia prodotto alla vittima una lesione permanente al volto. Attualmente il soggetto colpito non è in pericolo di vita, anche se in prognosi riservata in ospedale.Il secondo aggressore, sempre con un coltello, ha tentato di colpire all’addome uno degli altri soggetti presenti, che è riuscito a schivare la lama, bloccandola con la mano, dunque si è procurato una grossa ferita all’arto. Il terzo aggressore, infine, non è riuscito a colpire la sua vittima, perché fermato da una delle persone intervenute sul posto per sedare la lite.Su segnalazione di alcuni dei presenti sono intervenute immediatamente due Volanti della Questura. Gli agenti hanno ricostruito rapidamente la vicenda e prontamente hanno tratto in arresto per tentato omicidio in concorso i tre aggressori. La rapidità e la determinazione dei poliziotti, nell’intervento, ha impedito che la situazione degenerasse con conseguenze ancora più gravi, dal momento che stavano giungendo sul posto altri individui, amici degli aggressori, per unirsi alla lite.Subito dopo i poliziotti hanno provveduto a effettuare una perquisizione domiciliare all’interno dell’appartamento dei tre pakistani, nel quale hanno trovato il coltello con lama di 28 cm che era stato utilizzato poco prima, che è stato così posto sotto sequestro. L’arma era ancora bagnata, perché lavata per cancellare le tracce di sangue, e occultata in una delle stanze dell’abitazione. Attualmente i tre pakistani arrestati si trovano in carcere, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.Mo.c.

Articolo di: domenica, 08 ottobre 2017, 3:25 p.

Dal Territorio

Controlli su migliaia di veicoli ad Arona

Controlli su migliaia di veicoli ad Arona
ARONA - Vigili urbani aronesi impegnati sulle strade e in città. E’ l’assessore alla Polizia locale Matteo Polo Friz a dare un breve excursus dell’attività di questi giorni messe in campo dagli agenti con lo scopo di dare una fotografia dei diversi compiti. «Sono diversi i controlli effettuati in questi mesi e soprattutto in questi giorni anche grazie(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top