Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 28 giugno 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 12 aprile 2017, 2:25 p.

Delitto di Pombia: scaturito da una lite sul bottino

I carabinieri hanno fermato l’assassino in Centro Italia

NOVARA, “E’ stato effettuato il fermo della persona che, a nostro avviso, è l’autore materiale dell’omicidio di Pombia. Un risultato ottenuto in pochi giorni, grazie al lavoro eccezionale dei nostri carabinieri”. Così, oggi mercoledì 12 aprile, il procuratore capo della Repubblica di Novara, Marilinda Mineccia, ha introdotto la conferenza stampa, ospitata in Procura (foto Martignoni), in cui sono stati illustrati i risultati dell’indagine. Presenti i militari del Reparto investigativo, con i quali hanno collaborato i colleghi di Busto Arsizio (sia vittima sia omicida sono originari di questo territorio del Varesino) e Giovanni Caspani, sostituto procuratore titolare dell’inchiesta. “Si è presentata una scena del crimine molto inquietante – ha continuato Mineccia - che i Carabinieri han ben setacciato. Proprio dall’osservazione della scena del crimine si è giunti all’attuale fermato, Antonio Lembo, classe 1988, del Varesotto come la vittima, Matteo Mendola. La vittima non aveva con sé il cellulare, ma aveva una ricetrasmittente. Indossava poi una tuta e dei guanti. Una serie di elementi che ci hanno portato a Lembo, in particolare sondando il giro delle conoscenze della vittima”. Lembo è stato arrestato intorno alle 23 di lunedì in Centro Italia. Viaggiava con mezzi pubblici, dopo aver abbandonato la propria auto. Già il giorno successivo al delitto, che si è consumato martedì 4 aprile, era sparito di scena. Martedì l’interrogatorio davanti al pm Giovanni Caspani e la confessione. Il motivo dell’omicidio sarebbe da collegarsi a una lite scoppiata per la divisione del bottino di alcuni furti compiuti dai due in precedenza. Il 29enne ha perso la testa, ha afferrato la sua pistola e ha sparato due colpi contro il complice. Poi l’ha colpito più volte alla testa, ben 12 le volte, con il calcio dell’arma. Stando agli inquirenti i due avrebbero già da tempo costituito una coppia per compiere furti. “Un omicidio non premeditato, viste anche le tracce lasciate dall’omicida – rileva il pm Caspani – Durante l’interrogatorio il fermato era sconvolto. Ha perso la testa”.

mo.c.

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 13 aprile

 

Articolo di: mercoledì, 12 aprile 2017, 2:25 p.

Dal Territorio

Donna scippata e ferita ad Arona

Donna scippata e ferita ad Arona
ARONA, Scippo l’altra notte ad Arona, nel Novarese. L’episodio si è registrato in corso Repubblica una ventina di minuti dopo le 4. Un malvivente ha avvicinato all’improvviso una donna, strappandole la borsetta e fuggendo quindi a piedi. La donna, una 38enne residente proprio ad Arona, a seguito dello strappo è caduta a terra, rimediando una serie di(...)

continua »

Altre notizie

Novara-Da Costa: siamo ai saluti

Novara-Da Costa: siamo ai saluti
NOVARA - Il Novara Calcio è pronto a salutare il suo capitano. Questa settimana dovrebbe concretizzarsi il passaggio di David Da Costa al Lugano. Un mese fa i primi abboccamenti, con alcune dichiarazioni del procuratore del portiere elvetico, che aveva dichiarato alla Rsi l’apprezzamento del presidente ticinese Renzetti nei confronti del suo assistito. Allora,(...)

continua »

Altre notizie

Week end ricco di eventi a Novara

Week end ricco di eventi a Novara
NOVARA – Weekend ricco di eventi a Novara. Alle 10 di domani, sabato 13 maggio, è in programma l’inaugurazione della Fiera Campionaria che rimarrà allestita in viale Kennedy fino al 21 maggio. Tante e interessanti come sempre le realtà presenti: ci sarà anche il Corriere di Novara con un suo stand e tanti eventi e incontri. Sempre domani il Lions(...)

continua »

Altre notizie

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta
Novità per la “Guida blu”, che certifica il meglio dei mari e dei laghi italiani,  realizzata da Legambiente e Touring Club italiano. Quest’anno le località marine e lacustri sono state raggruppate in comprensori turistici, e non assegnando le tradizionali vele ai singoli comuni, perché «chi va in vacanza non si ferma al confine(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top