Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 28 aprile 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 12 aprile 2017, 2:25 p.

Delitto di Pombia: scaturito da una lite sul bottino

I carabinieri hanno fermato l’assassino in Centro Italia

NOVARA, “E’ stato effettuato il fermo della persona che, a nostro avviso, è l’autore materiale dell’omicidio di Pombia. Un risultato ottenuto in pochi giorni, grazie al lavoro eccezionale dei nostri carabinieri”. Così, oggi mercoledì 12 aprile, il procuratore capo della Repubblica di Novara, Marilinda Mineccia, ha introdotto la conferenza stampa, ospitata in Procura (foto Martignoni), in cui sono stati illustrati i risultati dell’indagine. Presenti i militari del Reparto investigativo, con i quali hanno collaborato i colleghi di Busto Arsizio (sia vittima sia omicida sono originari di questo territorio del Varesino) e Giovanni Caspani, sostituto procuratore titolare dell’inchiesta. “Si è presentata una scena del crimine molto inquietante – ha continuato Mineccia - che i Carabinieri han ben setacciato. Proprio dall’osservazione della scena del crimine si è giunti all’attuale fermato, Antonio Lembo, classe 1988, del Varesotto come la vittima, Matteo Mendola. La vittima non aveva con sé il cellulare, ma aveva una ricetrasmittente. Indossava poi una tuta e dei guanti. Una serie di elementi che ci hanno portato a Lembo, in particolare sondando il giro delle conoscenze della vittima”. Lembo è stato arrestato intorno alle 23 di lunedì in Centro Italia. Viaggiava con mezzi pubblici, dopo aver abbandonato la propria auto. Già il giorno successivo al delitto, che si è consumato martedì 4 aprile, era sparito di scena. Martedì l’interrogatorio davanti al pm Giovanni Caspani e la confessione. Il motivo dell’omicidio sarebbe da collegarsi a una lite scoppiata per la divisione del bottino di alcuni furti compiuti dai due in precedenza. Il 29enne ha perso la testa, ha afferrato la sua pistola e ha sparato due colpi contro il complice. Poi l’ha colpito più volte alla testa, ben 12 le volte, con il calcio dell’arma. Stando agli inquirenti i due avrebbero già da tempo costituito una coppia per compiere furti. “Un omicidio non premeditato, viste anche le tracce lasciate dall’omicida – rileva il pm Caspani – Durante l’interrogatorio il fermato era sconvolto. Ha perso la testa”.

mo.c.

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 13 aprile

 

Articolo di: mercoledì, 12 aprile 2017, 2:25 p.

Dal Territorio

Cressa: tre denunciati per gestione illecita di rifiuti

Cressa: tre denunciati per gestione illecita di rifiuti
CRESSA, I carabinieri del Nucleo forestale di Carpignano Sesia e di Borgolavezzaro, assieme al nucleo investigativo dei carabinieri di Novara, hanno denunciato tre persone per la gestione e lo stoccaggio di rifiuti in difformità dalle autorizzazioni ambientali possedute dalle due ditte di cui sono titolari.   L’accusa, per i tre, è di gestione illecita di(...)

continua »

Altre notizie

Un brutto Novara crolla a Vicenza

Un brutto Novara crolla a Vicenza
Un Novara autore di una prova incolore esce sconfitto dal Menti di Vicenza. Gli azzurri in partenza danno l'idea di poter controllare la partita e trovano anche il vantaggio con Macheda. Il gol però sembra accontentare il Novara e a poco sale il Vicenza. Ebagua Bellomo e Orlando  trovano tre gol che annichiliscono la squadra di Boscaglia su cui scende la notte. Novara abulico(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi
ARONA - Non suona più da oltre sei mesi la sua inconfondibile campanella. Per il momento il “trenino turistico” (nella foto di Emanuele Sandon), da cinque anni a servizio della città per portare turisti, villeggianti e aronesi dal centro alla Rocca e al colosso di San Carlo, si è dovuto fermare. Forse ancora per poco. Scade oggi, mercoledì 26 aprile,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top