Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 23 settembre 2016, 6:24 p.

Dall'asta delle maglie del Novara Calcio 4.000 euro per #facciamoladifferenza

Consegna ufficiale del contributo in Municipio

NOVARA - Ammonta a circa 4.000 euro il ricavato dell'asta benefica delle maglie dei giocatori del Novara Calcio che si è svolta lo scorso 6 settembre a Novarello. 
La cifra è stata consegnata ufficialmente questa mattina in Municipio dal direttore generale del Novara Calcio Paolo Morganti e dal brand manager Marco Rigoni all’assessore allo Sport Federico Perugini. 
All'evento solidale a Novarello avevano partecipato l’assessore allo Sport ed anche il sindaco Alessandro Canelli, aggiudicandosi rispettivamente tre maglie da gioco: quelle di Kupisz e Koch (che Perugini aveva “conquistato” insieme con l’assessore regionale alle Politiche sociali Augusto Ferrari) e quella di Dickmann (attualmente in bacheca nell’ufficio del sindaco). 
Su decisione della società azzurra, il frutto dell’asta benefica è stato destinato a implementare il fondo dell’iniziativa #facciamoladifferenza istituito dall’Amministrazione novarese insieme con quella di Galliate e di Trecate ed estesa ad altri Comuni, Enti, Istituzioni e associazioni del territorio a favore delle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 24 agosto. 
"Come noto – ha ricordato l’assessore Perugini – i contributi “targati” Novara sosterranno in particolare le esigenze degli abitanti di Accumoli, paese letteralmente devastato e nel quale la gente ha necessità di rimanere per poter continuare a svolgere le attività agricole, spina dorsale dell’economia locale. Lo faremo con l’acquisto di unità abitative provvisorie che possano consentire alla popolazione di restare e di affrontare l’inverno in una situazione di “normalità”. Da parte nostra al Novara Calcio va un sentito e affettuoso ringraziamento innanzitutto per la generosità e la sensibilità, peraltro sempre dimostrate in diverse le occasioni. In secondo luogo perché Novara Calcio si è fatto parte attiva nella campagna #facciamoladifferenza, scelta importante per convogliare in maniera trasparente e univoca le risorse che il territorio Novarese mette a disposizione rispetto a esigenze concretamente manifestate dalle popolazioni colpite dal sisma. Partecipare a #facciamoladifferenza è un’opportunità aperta a tutti, Istituzioni, associazioni e cittadini: il codice Iban di riferimento per contribuire è IT 49 S 02008 10105 000104430808". 
v.s.

Articolo di: venerdì, 23 settembre 2016, 6:24 p.

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Igor volley: girone di ferro in Champions

Igor volley: girone di ferro in Champions
Il dado è tratto. Nel pomeriggio di ieri a Mosca, nei saloni dell’Hotel Ritz Carlton, in occasione del Gran Galà della Confederazione Europea di Volley, sono stati sorteggiati i tanto attesi gironi della prossima Champions League femminile e maschile. L’urna ha così disposto della seconda partecipazione della Igor Volley alla massima competizione europea per club. Le(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Bonifica cava della Romentino Inerti: «A pagare non siano i cittadini»

Bonifica cava della Romentino Inerti: «A pagare non siano i cittadini»
ROMENTINO - Ora che il processo per presunto traffico illecito di rifiuti alla cava della Romentino Inerti si è concluso con sei assoluzioni, l’Amministrazione comunale guarda al futuro con una certa preoccupazione. Che ne sarà del sito di via Torre Mandelli dove sono stati ritrovati rifiuti che lì non dovevano essere? Chi effettuerà la bonifica?(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top