Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 10 dicembre 2016
 
 
Articolo di: lunedì, 14 novembre 2016, 1:15 p.

Da Verona parte la riscossa azzurra

Un successo atteso da 55 anni che sfata il tabù trasferta. Ora sotto col Frosinone

NOVARA - Prima o poi doveva succedere. L’impresa del Novara sul campo della corazzata Hellas Verona diverrà un’altra pagina consegnata alla storia, un punto di partenza da cogliere al volo dopo un inizio di stagione devastante, in ogni senso. La sfida del “Bentegodi”, dove mai nessuno quest’anno era ancora riuscito a vincere, poteva essere annoverata tra le missioni impossibili alla vigilia. E tutto deponeva a sfavore degli azzurri, che da 55 anni (2-1 nel 1961 con reti di Montenovo e Mentani) non passavano a Verona. Ma più in generale, cabala a parte, sappiamo benissimo cosa è accaduto in questo avvio di campionato: sei sconfitte consecutive in trasferta, con mister Boscaglia mai vittorioso (compresa l’avventura a Brescia) fuori casa nel 2016.
Per il primo squillo lontano dal “Piola” il Novara ha voluto fare le cose in grande, graffiando gli scaligeri di Pecchia e colpendoli a ripetizione di rimessa quando le maglie della difesa gialloblù si sono aperte clamorosamente. Grande merito ce l’ha l’allenatore siciliano, che ha capito di dover affrontare la corazzata del campionato a casa sua in maniera differente dal solito e ha cambiato modulo: difesa a tre, con l’inserimento di Mantovani, perno centrale affiancato da Troest e Scognamiglio, pronta a trasformarsi a cinque, grazie al sacrificio e al ripiegamento dei terzini.
Ma la vera differenza l’ha fatto l’atteggiamento dei calciatori azzurri, che hanno lottato su ogni pallone come ai bei tempi, difendendosi strenuamente sotto la spinta di Pazzini (per lui è ancora fatal Novara dopo la clamorosa sconfitta quando vestiva la maglia dell’Inter)  e compagni, messi fuori giri e affondati in contropiede. Non è un caso che i primi tre gol siano arrivati dai tre centrocampisti in campo, Casarini, Viola e Faragò, segno che finalmente si sta ritrovando una quadratura.
Questa è la strada giusta, sulla quale bisognerà insistere, e da qui bisogna ripartire per ritrovare quell’unità nell’ambiente, determinante per riportare in alto il colore della maglia e della storia.  Serve un colpo di spugna e l’occasione arriverà domenica alle ore 17.30 contro il Frosinone, balzato al secondo posto: una sfida che verrà affrontata senza Troest. Ma con un Novara così...
Paolo De Luca

Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 14 novembre 2016


Articolo di: lunedì, 14 novembre 2016, 1:15 p.

Dal Territorio

Macheda firma e segna il primo gol in partitella

Macheda firma e segna il primo gol in partitella
NOVARA - E’ andato subito in gol nella partitella di ieri mattina. Federico Macheda ha capitalizzato al meglio sul primo palo un pallone difficile, girandolo al volo dalla parte opposta. Un antipasto delle sue doti da attaccante, come si dice in gergo, in grado di togliere il “pallone dalla spazzatura”. Poi, nel pomeriggio, la firma sul contratto che lo legherà al(...)

continua »

Altre notizie

Rave party a Recetto con 400 persone

Rave party a Recetto con 400 persone
RECETTO, Circa 400 persone, provenienti da Novara e Novarese, ma anche da province limitrofe, hanno ‘invaso’ in queste ultime ore un’area posta a Recetto, nell’Est Sesia. Obiettivo dei 400, dare vita nella zona a un rave party. L’area interessata dall’‘invasione’ di auto e camper è quella posta attorno all’ex stabilimento Berec(...)

continua »

Altre notizie

Ponte dell’Immacolata, tanti appuntamenti nel segno del Natale

Ponte dell’Immacolata, tanti appuntamenti nel segno del Natale
Tanti appuntamenti nel segno del Natale in programma per oggi giovedì 8 dicembre e nei prossimi giorni a Novara e provincia. A Novara è aperta tutti i giorni la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Puccini. Si inaugura questa mattina alle 11.30 in piazza Martiri la 19a edizione del Mercatino della Solidarietà che resterà poi aperto tutti i giorni fino al(...)

continua »

Altre notizie

Lago Maggiore “soffocato” dalle microplastiche

Lago Maggiore “soffocato” dalle microplastiche
ARONA - «Mancano sistemi di depurazione efficienti e serve una maggiore consapevolezza nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti domestici e delle attività produttive». Il monito è di Legambiente - Goletta dei laghi, che ha presentato in questi giorni il dossier sulla presenza di microplastiche nelle acque. Nel Verbano e Sebino le più alte(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top