Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 14 novembre 2016, 1:15 p.

Da Verona parte la riscossa azzurra

Un successo atteso da 55 anni che sfata il tabù trasferta. Ora sotto col Frosinone

NOVARA - Prima o poi doveva succedere. L’impresa del Novara sul campo della corazzata Hellas Verona diverrà un’altra pagina consegnata alla storia, un punto di partenza da cogliere al volo dopo un inizio di stagione devastante, in ogni senso. La sfida del “Bentegodi”, dove mai nessuno quest’anno era ancora riuscito a vincere, poteva essere annoverata tra le missioni impossibili alla vigilia. E tutto deponeva a sfavore degli azzurri, che da 55 anni (2-1 nel 1961 con reti di Montenovo e Mentani) non passavano a Verona. Ma più in generale, cabala a parte, sappiamo benissimo cosa è accaduto in questo avvio di campionato: sei sconfitte consecutive in trasferta, con mister Boscaglia mai vittorioso (compresa l’avventura a Brescia) fuori casa nel 2016.
Per il primo squillo lontano dal “Piola” il Novara ha voluto fare le cose in grande, graffiando gli scaligeri di Pecchia e colpendoli a ripetizione di rimessa quando le maglie della difesa gialloblù si sono aperte clamorosamente. Grande merito ce l’ha l’allenatore siciliano, che ha capito di dover affrontare la corazzata del campionato a casa sua in maniera differente dal solito e ha cambiato modulo: difesa a tre, con l’inserimento di Mantovani, perno centrale affiancato da Troest e Scognamiglio, pronta a trasformarsi a cinque, grazie al sacrificio e al ripiegamento dei terzini.
Ma la vera differenza l’ha fatto l’atteggiamento dei calciatori azzurri, che hanno lottato su ogni pallone come ai bei tempi, difendendosi strenuamente sotto la spinta di Pazzini (per lui è ancora fatal Novara dopo la clamorosa sconfitta quando vestiva la maglia dell’Inter)  e compagni, messi fuori giri e affondati in contropiede. Non è un caso che i primi tre gol siano arrivati dai tre centrocampisti in campo, Casarini, Viola e Faragò, segno che finalmente si sta ritrovando una quadratura.
Questa è la strada giusta, sulla quale bisognerà insistere, e da qui bisogna ripartire per ritrovare quell’unità nell’ambiente, determinante per riportare in alto il colore della maglia e della storia.  Serve un colpo di spugna e l’occasione arriverà domenica alle ore 17.30 contro il Frosinone, balzato al secondo posto: una sfida che verrà affrontata senza Troest. Ma con un Novara così...
Paolo De Luca

Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 14 novembre 2016


Articolo di: lunedì, 14 novembre 2016, 1:15 p.

Dal Territorio

Il Novara Calcio a Pescara: trema Zeman

Il Novara Calcio a Pescara: trema Zeman
CALCIO SERIE B- Bisogna tenere duro. Ultimi 270 minuti prima della fine del girone di andata: il Novara è chiamato a migliorare la sua classifica in un campionato sempre più difficile e aperto ad ogni soluzione.  Gli azzurri, dopo il rocambolesco pareggio contro la Cremonese (il secondo consecutivo casalingo), hanno sì allungato la propria striscia a tre(...)

continua »

Altre notizie

Ladri in azione a “Il Gigante” di Trecate

Ladri in azione a “Il Gigante” di Trecate
TRECATE, Ladri in azione nella notte tra martedì e mercoledì a Trecate. A essere stato preso di mira, il centro commerciale “Il Gigante”. I malviventi, dopo essere riusciti a entrare nei locali della struttura, hanno asportato diversi oggetti tecnologici. A occuparsi delle indagini, i Carabinieri, cui è stato subito denunciato il furto. mo.c.

continua »

Altre notizie

Weekend sulle piste del Rosa

Weekend sulle piste del Rosa
MACUGNAGA -Per gli appassionati dello sci, impianti aperti ai piedi del Rosa. Con il weekend di Sant’Ambrogio e dell'Immacolata, si è dato il via alla stagione sciistica. Sole e condizioni ottimali per questo atteso ponte di vacanza sulla neve che ha favorito l’arrivo di molti turisti. Per il primo giorno l’apertura è stata limitata alla prima seggiovia: il tratto(...)

continua »

Altre notizie

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione
ARONA - Una donna precipita dal balcone e finisce in ospedale, indagano i carabinieri di Arona. Una cittadina marocchina di 32 anni,  sabato, è caduta dal balcone di una palazzina di via Vittorio Veneto per cause ancora da chiarire. Molto probabilmente un incidente all’origine del fatto. Forse la donna è caduta mentre si trovava a svolgere alcuni lavori di pulizia(...)

continua »

Altre notizie

^ Top