Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
 
 
Articolo di: domenica, 12 novembre 2017, 3:31 p.

Cordoglio a Novara: è morto Sandrino Berutti, in arte Re Biscottino

Era malato da tempo

NOVARA, Si è spento questa notte Sandrino Berutti, per ben 15 anni, dal 2002 al 2017, maschera carnevalesca per eccellenza della città di Novara.

Era lui, infatti, Re Biscottino, colui che, con la Regina Cuneta (al secolo Giusy Sardo), ogni Carnevale prendeva le redini della città. A lui ogni sindaco, in questi 15 anni, ha dovuto consegnare le chiavi di Novara. Un animo goliardico, ironico, senza peli sulla lingua. Ciò che non andava bene, non aveva problemi e lo diceva in maniera schietta e diretta all’interessato, compresi tutti i primi cittadini che si sono alternati durante il suo regno. Vicende belle e brutte che, ovviamente, riferiva sempre in rigoroso dialetto novarese.

Classe 1938, era malato da tempo. Da tre anni lottava come un leone contro una malattia che lo aveva colpito. Era stato oltre un mese in ospedale e da venerdì si trovava a I Tigli.

Geometra, conduttore radiofonico molto apprezzato per molti anni e promotore della ‘novaresità’, ereditò lo scettro di Re da un altro grande sovrano del Carnevale novarese, Enrico Tacchini, che fu Re Biscottino dal 1981 sino ai primi anni del 2000. Come raccontava lo stesso Berutti, fu il Ricu ad andare da lui a chiedere di assumere il ruolo di sovrano di Novara. Sandrino, come era conosciuto, aveva in qualche modo già abdicato lo scorso febbraio, in favore di Renato Sardo, nuovo Re Biscottino.

La regina lo ricorda con grande affetto: “Ho condiviso con lui 10 anni di manifestazioni carnevalesche. Abbiamo creato insieme l’associazione Re Biscottino di Novara, aiutando moltissime associazioni di solidarietà. Sarà difficile dimenticarlo”.

Monica Curino

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola lunedì 13 novembre

 

Articolo di: domenica, 12 novembre 2017, 3:31 p.

Dal Territorio

Nascondeva cocaina nel manubrio della bici: in manette

Nascondeva cocaina nel manubrio della bici: in manette
NOVARA, Un 46enne di nazionalità marocchina, residente in città a Novara, M.B. le sue iniziali, è stato tratto in arresto nel pomeriggio di domenica 19 novembre dalla Polizia di Stato per un normale controllo. Nel verificare l’uomo, hanno scoperto come il 46enne nascondesse nel manubrio della bicicletta alla quale era in sella 5 involucri contenenti ciascuno 1,6(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top