Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 22 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 24 novembre 2016, 4:48 p.

Continui black out a San Martino: “Un problema di sicurezza”

A lanciare l’allarme il gestore del cinema Vip

NOVARA - Un problema abbastanza grave affligge una parte del quartiere San Martino. Nelle ultime settimane si sono verificati ben quattro black out, l’ultimo il 17 novembre, segnalato dal gestore del cinema Vip Mario Tosi in un post su Facebook (con relativa foto che pubblichiamo): “Questa sera tra le 19,30 e le 19,45 buio totale su un intero isolato in zona san Martino – così scrive Tosi - Visto che il fatto si ripropone con periodicità ed è già la quarta volta in poche settimane, chiederei al Sindaco di fare Luce sulla questione. Buio sul De Pagave, buio sui ristoranti e sulle abitazioni, blocco della proiezione al Vip, pubblica illuminazione spenta. Un disagio generalizzato che dovrebbe essere risolto una volta per tutte”. Mario Tosi ci ha confermato tutto al telefono: “Il problema riguarda la zona del cinema, via Lazzarino, una parte di via Perazzi – ci ha spiegato – Io gestisco il cinema Vip da 30 anni e non era mai accaduto che con questa frequenza ci fossero questi black out. Oltretutto questi salti di corrente possono causare dei danni alle nostre macchine di proiezione. A parte questo c’è anche una questione di sicurezza, di esercizi pubblici che in quel momento svolgono la loro attività, improvvisamente interrotta e non si sa mai per quanto tempo. Spero che si trovi presto la causa di questo problema e lo si risolva al più presto”. Al post su Facebook avevano prontamente risposto i consiglieri comunali Edoardo Brustia e Ivan De Grandis: “Purtroppo simultaneamente non so dirle con precisione quale possa essere la causa ma ho provveduto istantaneamente ad avvisare l'ufficio illuminazione – scriveva Brustia - cosicché il prima possibile potranno intervenire per risolvere il problema e spiegare la causa che porta al buio costante”. Più recentemente Brustia ha fatto sapere a Mario Tosi “gli uffici mi hanno risposto e comunicato che è un problema ampio e che in questo periodo sarebbero intervenuti approfonditamente”.

Valentina Sarmenghi  

Articolo di: giovedì, 24 novembre 2016, 4:48 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Rubate le offerte per la Caritas

Rubate le offerte per la Caritas
ROMENTINO - È successo ancora. Un anno fa ignoti avevano scassinato la cassetta per le offerte collocata accanto al presepe in chiesa parrocchiale. Questa volta è accaduto in occasione della mostra proposta dal Gruppo Filatelico Romentinese nel 160° anniversario dell’apparizione di Nostra Signora di Lourdes: fino al 28 febbraio la cappella del Santissimo Sacramento(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top