Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 21 settembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 19 settembre 2016, 11:00 m.

Con il Latina urge una metamorfosi

Azzurri domani subito in campo per scacciare i fantasmi di Cittadella

NOVARA - Perseverare è diabolico. Lontano dalle mura amiche il Novara di Boscaglia proprio non va: se la battuta d’arresto con il Pisa era stata archiviata come un incidente di percorso, per la chiara sconfitta di Cittadella, seppur con i soliti episodi contrari (vedi gol del vantaggio dei veneti in palese fuorigioco e il rigore negato su Adorjan), non ci sono troppe scusanti.
Una squadra slegata nei reparti, che difetta nella personalità e nell’atteggiamento: gli azzurri hanno lottato solamente quando si sono ritrovati con l’acqua alla gola, vale a dire sotto di due reti. 
Un approccio incomprensibile, che ha stupito tutti dopo il bel passo avanti contro la Salernitana, per primo forse lo stesso allenatore, che alla vigilia si era detto certo che gli errori e le magagne del “Castellani” non si sarebbero ripresentati, e ora dovrà pensare ai correttivi da adottare.
La differenza di passo (e di corsa) ha scavato il solco, ad oggi, incolmabile tra le due squadre ed è un ulteriore elemento di riflessione per la società e il tecnico di Gela. 
Forse, in trasferta, al momento, questo Novara in piena costruzione avrebbe bisogno di maggiore copertura, almeno in mezzo al campo, proprio il reparto dove le alternative abbondano. Magari un gioco meno brillante, ma più redditizio. E’ soltanto un’ipotesi che andrà verificata.
Indubitabile, invece, è l’analogia con la squadra dell’inizio dello scorso campionato, almeno nei risultati. Anzi l’undici guidato allora da Baroni, partito come tutti ricordiamo con il 4-3-3, nelle prime quattro giornate totalizzò un punto in più sul campo (senza contare i due di penalizzazione) rispetto alla truppa di Boscaglia, prima di rimpiombare peraltro in una crisi profonda con i rovesci al “Piola” con il Como e in casa della Ternana: pareggio beffa con il Latina, sconfitta beffa a Crotone, vittoria striminzita sull’Entella e 0-0 fortunato ad Avellino. 
Al Novara attuale manca (non in classifica) anche quel punticino strappato allora al “Partenio Lombardi”. 
C’è tutto il tempo per invertire la tendenza e per non rischiare di trasformare il match di domani sera con il Latina in una riedizione dell’orripilante kappaò con i lariani, che passarono nel finale per mano dell’incredibile autogol di Faraoni e con il sigillo conclusivo di Ebagua a coronamento di una prova sconcertante di Evacuo e compagni.
Insomma, quella di Cittadella è una lezione da imparare in fretta, anche se ci sono solamente due giorni di tempo. 
Senza farsi prendere dall’ansia ma nemmeno sottovalutando la situazione. 
L’adagio “tanto alla fine ce la caviamo” non può reggere in un campionato che si preannuncia ricco di difficoltà. Come sempre, la parola al campo.
Paolo De Luca  

Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 19 settembre 2016

Articolo di: lunedì, 19 settembre 2016, 11:00 m.

Dal Territorio

Spezia -Novara 1-0

Spezia -Novara  1-0
Trasferta negativa in terra ligure per il Novara che perde di misura a La Spezia. Decide un gol di Marilungo che sfrutta al meglio un calcio d'angolo. Il Novara presobil gol non riesce a rendersi pericoloso per tutto il primo tempo. Nella ripresa gli azzurri dimostrano più intraprendenza e creano un paio di palle gol senza però trovare la rete. Il risultato non cambia e per(...)

continua »

Altre notizie

Nebbiuno: 'accudiva' 43 piante di marijuana alte due metri, arrestato

Nebbiuno: 'accudiva' 43 piante di marijuana alte due metri, arrestato
NEBBIUNO, Sorpreso a coltivare piantine di marijuana e arrestato dai Carabinieri di Lesa. E' successo a Nebbiuno, nel Novarese. Nell’ambito di servizi di controllo del territorio, i Carabinieri di Lesa hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri 20 settembre, un italiano del posto, F.G., classe 1969, già conosciuto dalle Forze dell'Ordine, resosi responsabile del reato(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top