Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 24 settembre 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 29 marzo 2017, 8:58 m.

Con Capossela nella zona dell’Ombra

Al Coccia il tour del cantautore

NOVARA - Si arricchisce il cartellone del Teatro Coccia con un ospite d’eccezione: Vinicio Capossela (nella foto) e il suo “Canzoni della Cupa Tour”. Il poliedrico cantautore di origine campana fa tappa a Novara oggi mercoledì 29 marzo alle ore 21 con il suo nuovo tour. Capossela è un musicista ma è anche poeta, scrittore, è un artista a tutto tondo che ha assorbito suoni e culture di ogni angolo del pianeta. Ora ballate intimistiche al pianoforte e musica d’autore, ora reminescenze latinoamericane ma anche il jazz, il suo amore per Tom Waits e il sapore della musica balcanica. Il tour, iniziato nell’estate 2016, segue l’uscita dell’ultimo album di studio “Canzoni della Cupa”, colonna sonora del recente documentario diretto da Stefano Obino tratto dal libro di Capossela “Il paese dei Coppoloni”. Al nome del tour è stato aggiunto anche un sottotitolo: “Ombra”. Lo stesso Capossela spiega che ora è tempo di spettacoli al chiuso, nei teatri, è tempo di iniziare ad avventurarsi nella zona dell’Ombra, zona poco definita, e mondo dell’inconsistente. «Perdere l’ombra è perdere l’anima, è passare dal neon accecante della vita al nulla della morte. Abbiamo bisogno della nostra Ombra per farci interi». Il suo spettacolo sarà un viaggio, un’impresa, un perdersi nel nostro inconscio personale e collettivo dove la nostra ombra ci rivelerà sentimenti, assenze, malebestie, animali totemici, radici, proiezioni, ritrovamenti, defunti, archetipi, draghi, duplicità, governi, personalità. Sarà un viaggio tra sogno e consapevolezza. «In questa ipnosi si propone di trasportarci lo spettacolo - spiega Capossela - a mezzo di strumenti ad arco e a corde, a mezzo di ombrografi, generatori d’ombre a valvole e manuali. Un concerto per umbrafili, alla corte di Ipnos, il sonno che incanta. Uno stato ipnotico in cui è consentito addormentarsi, o uscire da sé, ma non usare uno smartphone». I biglietti, dai 35 ai 57 euro, sono disponibili presso la biglietteria del Teatro Coccia, sul sitowww.fondazioneteatrococcia.it e su TicketOne.
Sofia Lombardi

Articolo di: mercoledì, 29 marzo 2017, 8:58 m.

Dal Territorio

Il Novara cede all’Avellino

Il Novara cede all’Avellino
NOVARA -  AVELLINO  1- 2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni, Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone, Di Mariano (1’ st Macheda), Maniero, Chajia (36’ st Sansone).  All.:  Corini.   AVELLINO:  Radu, Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato, Laverone (33’ st Lasik), Paghera(...)

continua »

Altre notizie

In manette per estorsione uno dei protagonisti delle risse di quest’estate davanti ai locali

In manette per estorsione uno dei protagonisti delle risse di quest’estate davanti ai locali
NOVARA, Già protagonista lo scorso luglio dell’episodio di violenza avvenuto davanti al locale ‘049’, sfociato successivamente nel suo inseguimento sino all’interno dell’area dell’Allea, ora l’uomo è stato tratto in arresto per estorsione.A finire in manette, a seguito di un’indagine della Squadra Mobile della Questura di Novara,(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top