Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 23 settembre 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 05 aprile 2012, 4:19 p.

Coldiretti: agriturismo e prodotti tipici per Pasqua

Con una Pasqua a "chilometro 0"

NOVARA - Pasqua “a chilometro zero” per dare un colpo alla crisi e scommettere sul prodotto “tipico, buono e al giusto prezzo”.

Questa la “ricetta” di Coldiretti Novara e, insieme, la fotografia di una situazione reale, che – complice la congiuntura economica – vede abbandonare sempre più le tendenze di un consumismo sfrenato a vantaggio di scelte ragionate che premiano tradizione e territorio.

E così, ecco il successo dei Mercati, Punti e Botteghe di Campagna Amica, che tornano a riproporre i prodotti tipici della stagione primaverile: chi sceglie di pranzare a casa e in famiglia, quest’anno può contare su un’ampia scelta di prodotti “a Km0” scelti nell’ampio paniere agroalimentare che distingue le due province di Novara e Vco.

Tradizionale è, soprattutto, il consumo del capretto: anche in questo caso vince il “chilometro Zero”, grazie agli allevamenti che tuttora insistono (e sono un’importante “spina dorsale” del settore primario) nell’Alto Novarese e nel Vco.

Prodotti che, però, possono essere consumati anche in uno dei numerosi agriturismi del territorio, che fanno registrare un buon numero di prenotazioni sia per il pranzo pasquale, sia per il lungo fine settimana che si concluderà, come sempre, con il lunedì’ dell’Angelo.

I turisti sono in arrivo dall’Italia (in particolare dalle vicine aree metropolitane di Milano e Torino), ma anche da Svizzera e Centro Europa: mete ambite restano i laghi e le alpi, ma anche la pianura novarese – complice il fascino delle risaie che proprio in questi giorni hanno iniziato la fase di sommersione – fa registrare numeri incoraggianti. Del resto, successo degli agriturismi è un dato di fatto comune a tutta l’Italia: ad affollare i diciannovemila agriturismi italiani per il classico pranzo di Pasqua saranno soprattutto i gruppi familiari, mentre per il giorno di Pasquetta si registrerà il pienone di ragazzi che, sempre più spesso, scelgono l'agriturismo come valida alternativa al solito pic-nic fuori porta.

La vacanza verde, dunque è spesso abbinata all’enogastronomia locale grazie alla presenza in Italia della più grande varietà di percorsi turistici legati all'enogastronomia con 142 strade dei vini e dei sapori lungo le quali assaporare le molteplici tipicità del territorio e in Italia sono “aperti al pubblico” per acquistare prodotti enogastronomici 63mila frantoi, cantine, malghe e cascine ma anche centinaia di mercati degli agricoltori di Campagna Amica.

Novarese e Vco - secondo la Coldiretti – sono parte integrande di un Sistema-Italia che può contare anche sulla leadership europea nella produzione biologica e nell'offerta di prodotti tipici con ben 229 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4606 specialità tradizionali censite dalle regioni, mentre sono 511 vini a denominazione di origine controllata (Doc, tra cui i nostri Ghemme, Fara, Sizzano, Boca, Colline Novaresi, Valli Ossolane e Piemonte), controllata e garantita (Docg, tra cui il Ghemme) e a indicazione geografica tipica (Igt).

Monica Curino

Articolo di: giovedì, 05 aprile 2012, 4:19 p.
Articoli correlati Cambia l'Imu per gli imprenditori agricoli: sarà meno pesante (1) Domenica delle Palme: ulivo dalla Coldiretti (1) Il sindaco di Ghemme a Roma con Coldiretti (1) Nasce a Novara la filiera Made in Italy del riso (1) Anche un novarese alle finali di Oscar Green 2012 (1) Con Coldiretti e Novarello il riso novarese in ambasciata a Parigi (1) Ladri messi in fuga a Carpignano Sesia (1) Presidio a Villa Picchetta di Coldiretti per l’allarme cinghiali (1) Continuano i danni provocati dai cinghiali agli agricoltori (1) Nuovi sportelli Epaca-Coldiretti nell'Alto Novarese (1) Domenica 8, gli imprenditori di Coldiretti incontrano il vescovo Corti (1) «L’Italia sa ancora scommettere sull’agricoltura come risorsa» (1) La generazione delle fattorie didattiche (1) Coldiretti Novara e Vco torna in Africa (1) Coldiretti: progetto da condividere con le imprese per combattere la flessione delle borse risi (1) Sizzano: torna il raduno internazionale dei labrador (1) Coldiretti Novara Vco: “Il Capodanno “anticrisi” è a chilometro zero” (1) Regali enogastronomici per il Natale con i mercati di Campagna Amica (1) Assenza di piogge: le ripercussioni sull'agricoltura (1) Celebrato il fondatore della Coldiretti (1)

Tags: coldiretti, chilometro 0, agriturismo, prodotti tipici

Dal Territorio

Il Novara cede all’Avellino

Il Novara cede all’Avellino
NOVARA -  AVELLINO  1- 2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni, Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone, Di Mariano (1’ st Macheda), Maniero, Chajia (36’ st Sansone).  All.:  Corini.   AVELLINO:  Radu, Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato, Laverone (33’ st Lasik), Paghera(...)

continua »

Altre notizie

Incidente in autostrada: ferito trasportato grave al Cto di Torino

Incidente in autostrada: ferito trasportato grave al Cto di Torino
NOVARA, Incidente stradale lungo l’autostrada A4 Torino-Milano, poco prima delle 13 di oggi, sabato 23 settembre, in direzione del capoluogo lombardo, ancora in territorio novarese.Il sinistro ha coinvolto un’autovettura e un mezzo pesante. Giunto sul posto, il personale dei Vigili del fuoco si è occupato di estrarre un ferito rimasto incastrato nell’auto e ha(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top