Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 febbraio 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 17 dicembre 2012, 7:32 m.

Cerano: 58enne bloccato da carabinieri e polizia municipale

Avances e regali ai ragazzini: denunciato. Indaga per ipotesi di reati sessuali la Procura dei minori e l’Antimafia di Torino

CERANO - Avances a ragazzini sui 14-15 anni, corroborate da piccoli regali utili per conquistare la loro fiducia, entrare sempre più in confidenza e presumibilmente creare le condizioni o aspettare l’occasione buona per eventualmente spingersi oltre. Occasione che in ogni caso non si è concretizzata per l’ottimo lavoro di sinergia fra genitori, Polizia municipale e Carabinieri, anche se il crescendo di “attenzioni” da parte dell’uomo, un 58enne di Rho, andava avanti dall’estate, da quando aveva scoperto che il gruppetto di ragazzini era solito ritrovarsi al Naviglio, nella valle del Ticino.

“Non pensavamo che…”, hanno ripetuto alcuni di loro: proprio sulla buona fede di questi ragazzini deve aver puntato quell’uomo. Per mettere in guardia, per allertare altre famiglie potenziali vittime di brutte vicende come questa, i genitori dei ragazzini, di comune accordo, con grande coscienza civica, hanno convenuto fosse opportuno raccontare quanto avvenuto. La svolta c’è stata sabato pomeriggio 15 dicembre, quando l’uomo è stato per l’ennesima volta avvistato in zona cimitero, luogo dove i ragazzini di solito si ritrovano da quando è finita l’estate. Immediata la segnalazione alla Polizia municipale, da tempo già allertata, così come i Carabinieri, di quella presenza. Sabato è stato bloccato dai Carabinieri e dai vigili. Da lì è stato trasferito al Comando dell’Arma di Novara e messo a disposizione della magistratura. Ai magistrati della Procura dei minorenni di Torino, con i colleghi della Direzione distrettuale antimafia (competente per ipotesi di reato di natura sessuale con minori) dello stesso capoluogo piemontese a vagliare comportamenti e azioni dell’uomo. 

Per ora è scattata una denuncia a piede libero per possesso di materiale pedopornografico, cui seguirà il divieto di metter piede a Cerano. Ma sono in corso ulteriori accertamenti.

L’articolo completo sul Corriere di Novara di lunedì 17 dicembre in edicola o direttamente online in versione digitale

Paolo Viviani

Articolo di: lunedì, 17 dicembre 2012, 7:32 m.

Tags: regali, avances, ragazzini, accertamenti

Dal Territorio

Auto ribaltata in via Bonola

Auto ribaltata in via Bonola
NOVARA, Vigili del fuoco, 118 e Polizia locale sul posto e un’autovettura ribaltata sulla carreggiata. E’ il bilancio dell’incidente stradale avvenuto poco prima delle 10 in via Bonola, all’altezza dell’incrocio con via Pianca (foto Martignoni). Qui, per cause in fase di ricostruzione da parte della municipale, due auto sono entrate in collisione. Uno dei due(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top