Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 luglio 2017
 
 
Articolo di: martedì, 04 aprile 2017, 2:31 p.

Camille Claudel, privilegio e folle sfida

Lisa Galantini con il monologo “Moi” al teatro Coccia

NOVARA - Dopo il libro e la mostra (“MesdeMOIselles. Camille Claudel e Antonia Pozzi” allestita fino al 9 aprile alla Fabbrica Lapidea di via San Gaudenzio a Novara) la parola passa al teatro. Nuovo tassello del progetto realizzato dall’associazione culturale “Le Rêve et la vie” presieduta da Chiara Pasetti, novarese, studiosa della letteratura francese e in particolare di Gustave Flaubert. Domani, mercoledì 5 aprile, alle 21 al Teatro Coccia di Novara andrà in scena lo spettacolo “Moi” dedicato a Camille Claudel: liberamente tratto dalla “Corrispondenza” della scultrice francese, il monologo è prodotto da “Le Rêve et la vie” con la collaborazione del Teatro della Tosse di Genova. Testo di Chiara Pasetti, regia di Alberto Giusta, sul palco Lisa Galantini; costumi di Morgan – Maison Clauds Morene di Novara. “Voler raccontare oggi un personaggio come Camille Claudel, scultrice francese morta dopo trent’anni di internamento in ospedale psichiatrico, - si legge nella scheda di presentazione - è un privilegio e insieme una sfida. Ci vuole la giusta dose di follia e di pragmatica lucidità. Non è una femmina facile, incarna un universo scomodo perché di talento eccelso, si muove sul palcoscenico della vita come un animale ruvido e fragile al contempo, e non si comporta mai da vittima anche se è lei stessa vittima della  società maschilista in cui vive”. Lisa Galantini, diretta da Alberto Giusta, vuole rendere concrete e moderne sul palco quelle infinite sfumature. «Lo spettacolo - spiegano Chiara Pasetti e il regista - rende omaggio alla sua vocazione e alla sua complessa personalità e vuole regalare allo spettatore quella lezione artistica e umana che lei ha incarnato: semplicità intesa come ricchezza e cura febbrile del particolare al servizio del tutto che diventa, nelle sue mani, sublime». Dal libro al palco: Chiara Pasetti ha appena pubblicato per le edizioni Nino Aragno il volume “Mademoiselle Camille Claudel e Moi" che presenta, oltre a diversi inediti da lei tradotti, anche il testo teatrale da cui è stato tratto lo spettacolo. I biglietti sono in vendita alla botteghino del teatro novarese (15 euro intero e 10 ridotto) o sul sito del Coccia.

e.gr.

Articolo di: martedì, 04 aprile 2017, 2:31 p.

Dal Territorio

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare
GRANOZZO - Dieci squilli nella “prima” del nuovo Novara. Finisce 10-1 la riedizione della sfida con il San Mauro Torinese, ancora meglio dell’anno scorso quando gli uomini di Boscaglia vinsero per 7-0. Nonostante la stanchezza per i pesanti carichi di lavoro, gli azzurri hanno mostrato un buono spirito e tanta volontà, meritandosi gli applausi dei circa 600 tifosi(...)

continua »

Altre notizie

Centenarie novaresi in festa

Centenarie novaresi in festa
NOVARA - Sono due le donne novaresi che ieri hanno tagliato traguardi di vita importanti. Una è Annamaria Gregotti che ha festeggiato  i 104 anni. Nata a Nicorvo Lomellina (Pavia) in una famiglia di agricoltori, è vissuta qui fino a 18 anni, quando si è sposata con Piero Camussone (classe 1902, originario di Giovenzana). La coppia ha avuto due figli, Enrico e(...)

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top