Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 25 febbraio 2018
 
 
Articolo di: mercoledì, 11 aprile 2012, 7:25 p.

Cambia l'Imu per gli imprenditori agricoli: sarà meno pesante

Coldiretti: "è l'esito della nostra mobilitazione"

NOVARA – Imu, cambia tutto per gli agricoltori e, anche nelle province di Novara e Vco, l’impatto della nuova tassa sarà meno pesante per le imprese.

"Un cambiamento positivo, che giunge a seguito di una grande mobilitazione, che ha visto scendere a Roma anche i sindaci e gli agricoltori delle nostre province. Riteniamo che il territorio di Novara e Vco abbia fatto il suo dovere e portato un contributo importante ad una causa così sentita”.

Sono parole di soddisfazione quelle del direttore di Coldiretti Novara e Vco Gian Carlo Ramella, che commenta così la revisione dell’Imu ad opera del governo Monti: una rettifica che accoglie le istanze di Coldiretti e che mitiga gli effetti sulle imprese agricole della nuova tassa: effetti che, se fosse passata la stesura originale, “avrebbero portato alla rovina – e alla decisione di chiudere i battenti – molte imprese del territorio”.

Ma cosa prevede, nei fatti, la nuova Imu? "Per quanto attiene ai terreni agricoli, posseduti e condotti da coltivatori diretti o Iap (Imprenditori agricoli professionali) iscritti nelle relative gestioni previdenziali - spiega Coldiretti - oltre alla conferma del coefficiente moltiplicatore a livello ridotto a 110, viene ripristinata sia la franchigia, al di sotto della quale non è dovuta l’imposta, che alcune riduzioni. Per i terreni agricoli non utilizzati da soggetti coltivatori diretti e Iap è previsto, invece, un aggravio dell’Imu per l’aumento del coefficiente moltiplicatore, usato per il calcolo della base imponibile, che sale da 130 a 135 e non è prevista franchigia. Altre novità riguardano i fabbricati rurali: per quelli ad uso strumentale (stalle, depositi, agriturismi, fienili, serre etc.), ubicati in Comuni classificati montani o parzialmente montani (secondo gli elenchi dell’Istat), è prevista l’esenzione dall’imposta. Per i fabbricati rurali ad uso strumentale l’acconto di giugno (da effettuare quest’anno entro il giorno 18) sarà corrisposto nella misura del 30 per cento mentre il restante 70 per cento sarà liquidato con il saldo del 16 dicembre 2012. Per quanto concerne i fabbricati rurali (abitativi e strumentali) ancora iscritti al catasto terreni, che dovranno essere trasferiti a quello urbano entro il 30 novembre 2012, il pagamento dell’imposta dovrà essere assolto in un’unica soluzione a dicembre 2012, successivamente all’aggiornamento catastale. Ma proprio sui fabbricati andrà a influire la norma che prevede che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, si possa procedere, sulla base del gettito della prima rata del tributo, ad una modifica delle aliquote, delle relative variazioni e della detrazione previste dalla legge. In particolare, infatti, per il settore agricolo l'abbassamento delle aliquote prima del versamento della seconda rata dovrà riguardare i fabbricati strumentali laddove, come noi prevediamo, il gettito stimato dopo l'accatastamento andrebbe a superare il limite di 135 milioni stimati dal Ministero dell'Economia. Da segnalare, inoltre, che per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, è previsto un abbattimento della base imponibile, limitatamente al periodo dell’anno durante il quale sussistono dette condizioni (per quelli c.d. “collabenti” la rendita è pari a zero, per cui rimangono esenti). Per quanto riguarda la dichiarazione Imu è precisato che deve essere presentata entro 90 giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. Ai Comuni è data la possibilità di predisporre i propri regolamenti e deliberare le aliquote entro il 30 settembre 2012 (termine in precedenza fissato al 30 giugno). Il differimento presuppone che, in occasione del pagamento della prima rata, l’imposta sarà calcolata con l’applicazione delle aliquote previste dalla normativa di riferimento salvo conguaglio in sede di saldo".

Monica Curino

Articolo di: mercoledì, 11 aprile 2012, 7:25 p.
Articoli correlati Domenica 8, gli imprenditori di Coldiretti incontrano il vescovo Corti (2) Nuovi sportelli Epaca-Coldiretti nell'Alto Novarese (1) Nasce a Novara la filiera Made in Italy del riso (1) Coldiretti Novara Vco: “Il Capodanno “anticrisi” è a chilometro zero” (1) Regali enogastronomici per il Natale con i mercati di Campagna Amica (1) Coldiretti: progetto da condividere con le imprese per combattere la flessione delle borse risi (1) Sizzano: torna il raduno internazionale dei labrador (1) Assenza di piogge: le ripercussioni sull'agricoltura (1) Il sindaco di Ghemme a Roma con Coldiretti (1) Domenica delle Palme: ulivo dalla Coldiretti (1) Presidio a Villa Picchetta di Coldiretti per l’allarme cinghiali (1) L'Auser in piazza con la pasta per raccogliere fondi (1) Landiona: rubano ultimo attrezzo agricolo del padre all’ex sindaco Cavagnino (1) Continuano i danni provocati dai cinghiali agli agricoltori (1) Con Coldiretti e Novarello il riso novarese in ambasciata a Parigi (1) Coldiretti: agriturismo e prodotti tipici per Pasqua (1) Anche un novarese alle finali di Oscar Green 2012 (1) «L’Italia sa ancora scommettere sull’agricoltura come risorsa» (1) La generazione delle fattorie didattiche (1) Stabilite a Cressa le aliquote Imu (1) «Facciamo chiarezza su Tarsu, Imu e bilancio 2012» (1) Fisco, manovre e piccole imprese (1) Imu, iniziata raccolta firme (1) Arona: il Consiglio comunale approva il Bilancio preventivo 2012 e il Regolamento dell’Imu (1) “Maximum Rock” cambio di location. E line up definitiva (1) La Cna ai sindaci della provincia di Novara: "applicate l'aliquota Imu più bassa" (1) Il Carroccio contro "un'Imu snaturata" con gazebo e manifestazioni (1) Stop ai mutui, protesta unitaria dei sindaci di Verbania, Domodossola e Omegna (1) Calcolo dell’Imu: i servizi del Comune di Novara (1) Saldo dell’Imu entro il 17 dicembre (1) Celebrato il fondatore della Coldiretti (1) Coldiretti Novara e Vco torna in Africa (1) Così si reagisce all’emergenza terremoto (1) Seconda rata Imu: il 17 settembre la scadenza (1) Il Carroccio contro gli aumenti decisi dal Comune di Novara (1) Colpo di scena a Bellinzago (1) Un terremoto a Novara: simulazione di disastro all’università (1)

Tags: imu, coldiretti, terreni, agricoli, rurali

Dal Territorio

Il Novara cade Avellino

Il Novara cade Avellino
AVELLINO - NOVARA 2 - 1       AVELLINO:  Lezzerini, Ngawa, Morero, Kresic, Rizzato (16’ stLaverone), Molina, (12’ st Cabezas), D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui, Gavazzi (34’ st Falasco), Asencio.  All.:  Novellino   NOVARA:  Montipò, Troest, Mantovani, Chiosa, Dickmann(...)

continua »

Altre notizie

Tetto in fiamme a Maggiora

Tetto in fiamme a Maggiora
MAGGIORA, Incendio al tetto di un'abitazione alle 19,15 di sabato 24 febbraio a Maggiora, nel Novarese. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco con una squadra de l distaccamento di Borgomanero e una dei volontari di Romagnano Sesia. Le fiamme hanno interessato un appartamento di due piani con mansarda. Le squadre sono riuscite a evitare che il fuoco raggiungesse i tetti vicini.(...)

continua »

Altre notizie

"Oneshot": moto d’epoca restaurate

"Oneshot": moto d’epoca restaurate
NOVARA -  Si svolge a Casa Bossi, via Pier Lombardo 4, oggi sabato 24 e domenica 25 febbraio, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, la mostra "Oneshot". E' un'esposizione di moto d'epoca restaurate: Bmw R69s del 1965; Bmw r75/5 del 1973; Hercules 100gs America del 1968; Hercules gs 125 del 1972; BSA b25ss del 1972; Laverda 750SF del 1970; Yamaha xs 2 del 1973;Bultaco alpina 250 del(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top