Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 23 ottobre 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 29 dicembre 2016, 12:22 p.

Botti di Capodanno: i consigli di Anpana per tutelare gli animali

E un appello alle Amministrazioni a estendere le ordinanze anti-botti in termini temporali e di aree

NOVARA, Per chi vive con un animale in casa, la notte di San Silvestro si trasforma spesso in un incubo, a causa dei botti di Capodanno, ma limitare questo problema è possibile con qualche piccolo accorgimento. A dare alcuni consigli è l’Anpana di Novara.

Consigli utili per proteggere sia gli animali d’affezione, sia quelli da reddito “mentre purtroppo per gli animali selvatici non esiste aiuto se non il loro sesto senso”.

“Tenere chiuse le finestre specie quelle che danno sui balconi, tenere accesa tv o radio per insonorizzare un po’ l’ambiente e attutire il fragore delle esplosioni, giocare di più con gli animali, renderli partecipi della festa, sdrammatizzare la situazione per non dar peso alle loro ansie - questa è una prima soluzione spiega il responsabile delle Guardie Ecozoofile  di Anpana Novara, Francesco Ragusa – Per gli animali che sono legati a catena occorre slegarli e chiuderli in un box perché rischiano di strozzarsi, arrampicandosi, e di farsi del male. E’ sempre utile mettere a disposizione un giaciglio che funziona da rifugio, eliminando tutto ciò che potrebbe ferirli e tenere le luci accese”. Le esplosioni dei petardi possono causare gravi conseguenze psichiche; in particolare i cani sono dotati di un udito molto sviluppato e sensibile, perciò il rumore assordante può provocare in loro un disorientamento che li costringe ad allontanarsi con disperazione, terrore e angoscia. Alcune reazioni sono molto pericolose come mordere le recinzioni che rappresentano un ostacolo alla fuga o sbattere contro porte o barriere per tentare di aprirle. “Se il cane impaurito non accetta il nostro contatto, se si nasconde, non costringiamolo a uscire, quando sarà tranquillo uscirà da solo. Negli ultimi anni molti passi avanti sono stati fatti dalle Amministrazioni Comunali. Sono sempre più le ordinanze che vietano di “sparare” petardi e botti e simili, vicino alle abitazioni e a quelle aree più sensibili per la presenza di anziani, malati, bambini e animali, anche se limitatamente ai giorni a cavallo del Capodanno. Confidiamo che per la festività ormai alle porte i sindaci vogliano prendere posizioni più forti, estendendo il divieto assoluto sia in termini temporali che di aree”. 

mo.c.

Articolo di: giovedì, 29 dicembre 2016, 12:22 p.

Dal Territorio

Calcio, è riesplosa la “Novara mania”

Calcio, è riesplosa la “Novara mania”
NOVARA - Riesplode la “Novara mania”. La terza vittoria consecutiva, che ha portato gli azzurri a violare per la prima volta nella loro storia l’ancora imbattuto “Barbera” di Palermo, ha ridato ulteriore entusiasmo all’intero ambiente. A maggior ragione perché arrivata in condizioni ancora difficili, soprattutto nel reparto avanzato. Ma almeno fino a(...)

continua »

Altre notizie

Alla guida sotto l’effetto di droghe e alcol: due patenti ritirate

Alla guida sotto l’effetto di droghe e alcol: due patenti ritirate
SIZZANO, Fermati dalla Polizia stradale di Romagnano Sesia, due giovanissimi, entrambi classe 1995, sono stati trovati in possesso di un grammo di marijuana. L’episodio si è verificato intorno alle 14,30 di sabato 21 ottobre a Sizzano, nel Novarese. L’auto sulla quale viaggiavano era una Fiat Panda. A guidarla, P.I., mentre D.D. era il conducente. Per quanto(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top