Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 luglio 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 27 ottobre 2016, 2:55 p.

Boscaglia: «La vittoria del coraggio»

Il tecnico elogia il Novara e rilancia: «Possiamo lavorare con più tranquillità e consapevolezza»

NOVARA - Il mucchio selvaggio in mezzo al campo dopo che Chiffi ha decretato la fine delle ostilità è l’immagine che meglio sintetizza il significato della vittoria sul Bari.

Il Novara ha sfoderato quello spirito battagliero invocato dopo il derby dai tifosi, che l’altra sera hanno accompagnato gli azzurri nei momenti di difficoltà. Insomma, nessun fischio dalla tribune, segno che gli appelli alla tregua sono stati recepiti.

Torniamo a quell’abbraccio: «Desideriamo essere un tuttuno con la città e con i nostri tifosi - ha sottolineato mister Roberto Boscaglia - Dopo il derby possono esserci stati malintesi, ma la sconfitta di Vercelli ha fatto malissimo anche a noi. Queste due partite hanno dimostrato che siamo un gruppo sano, unito, composto da ragazzi professionali e intelligenti. Quella col Bari è una partita che se non hai queste caratteristiche non la puoi mai vincere. Continuiamo così, perchè non abbiamo fatto niente».

L’allenatore è davvero contento, non era semplice vincere due gare in casa in soli quattro giorni. E con il Bari il Novara ha trovato la chiave giusta: «Siamo stati bravi a rompere sul nascere tutto quello che loro costruivano - ha risposto - Se devo trovare il pelo nell’uovo potevamo concretizzare qualche ripartenza. Ma abbiamo vinto con merito e coraggio». Gli ultimi due impegni dimostrano che la squadra sta trovando la sua solidità difensiva: «Ma non è che nelle altre partite abbiamo subito chissà che cosa - ha replicato Boscaglia - In altre situazioni il palo lo abbiamo preso noi. Concediamo pochissimo e continuiamo a tirare tanto in porta. Ci vuole tempo e pazienza per un progetto nuovo, stiamo acquisendo la consapevolezza di quello che possiamo fare e dove dobbiamo migliorare. Il segreto? Nulla di straordinario, continuare su questa strada».

Questi sei punti non possono che alzare l’autostima: «Sono un passo avanti - ha risposto il tecnico - Stiamo bene fisicamente e abbiamo una grande condizione. E le vittorie ci possono permettere di lavorare con più tranquillità e consapevolezza».

Ora manca solo un bel risultato in trasferta: «Cercheremo di portarlo a casa sabato da Terni - ha ammesso Boscaglia - Con maggiore vigore e più forza, stando attenti dietro e restando equilibrati. La Ternana è una squadra che ho visto molto bene».

Tra gli umbri mancherà per squalifica il centrale difensivo Meccariello, mentre dopo il Bari nel Novara sono entrati in diffida Faragò e Casarini, che si aggiungono a Troest. Insomma, le basi incominciano ad essere piene.

Tornando al match di martedì, in campo avverso è impietosa l’analisi di Roberto Stellone: «Abbiamo giocato solo nel secondo tempo - ha ammesso il tecnico del Bari - Nel primo non abbiamo fatto niente, siamo stati lenti, arrivavamo terzi sul pallone. Il Novara non ci ha permesso di giocare con tranquillità, ma al netto dei loro meriti ci sono i nostri demeriti. Non è bastata una buona reazione nella ripresa e questo ci dovrà servire d’insegnamento».

Paolo De Luca

LEGGI DI PIU' SUL CORRIERE DI NOVARA DI GIOVEDI' 27 OTTOBRE 2016 

Articolo di: giovedì, 27 ottobre 2016, 2:55 p.

Dal Territorio

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare
GRANOZZO - Dieci squilli nella “prima” del nuovo Novara. Finisce 10-1 la riedizione della sfida con il San Mauro Torinese, ancora meglio dell’anno scorso quando gli uomini di Boscaglia vinsero per 7-0. Nonostante la stanchezza per i pesanti carichi di lavoro, gli azzurri hanno mostrato un buono spirito e tanta volontà, meritandosi gli applausi dei circa 600 tifosi(...)

continua »

Altre notizie

Centenarie novaresi in festa

Centenarie novaresi in festa
NOVARA - Sono due le donne novaresi che ieri hanno tagliato traguardi di vita importanti. Una è Annamaria Gregotti che ha festeggiato  i 104 anni. Nata a Nicorvo Lomellina (Pavia) in una famiglia di agricoltori, è vissuta qui fino a 18 anni, quando si è sposata con Piero Camussone (classe 1902, originario di Giovenzana). La coppia ha avuto due figli, Enrico e(...)

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top