Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: mercoledì, 04 gennaio 2017, 8:44 p.

Avvicendamento alla direzione dei Settimanali Diocesani Novaresi

Ad Antonio Maio succede Manuela Borraccino

NOVARA, Cambio al vertice dei settimanali della diocesi di Novara (L’Azione, Il Cittadino Oleggese, Il Ricreo, L’Eco di Galliate, Il Sempione, L’Informatore, Il Popolo dell’Ossola, Il Verbano, Il Monte Rosa). A renderlo noto, il Consiglio di Amministrazione della Stampa Diocesana Novarese in un comunicato stampa.

Manuela Borraccino, 45 anni, vaticanista ed esperta di Medio Oriente, succede ad Antonio Maio, che per 11 anni e 3 mesi ha diretto i giornali diocesani. “A lui – scrive il Cda nella nota stampa - va un sentito ringraziamento della nostra casa editrice e dell’intera diocesi di Novara  per la professionalità e la dedizione con le quali ha ricoperto questo ruolo, vivendolo non solo come impegno professionale nell’ambito delle comunicazioni sociali, ma come servizio a tutta la comunità ecclesiale novarese. Alla nuova direttrice, che ha deciso di scommettere con noi sul rilancio dei nostri giornali, il Consiglio augura buon lavoro per il prossimo cammino che ci attende e che si presenta di fronte alla Chiesa novarese”. 

La scelta di Manuela Borraccino - prima donna alla direzione dei settimanali diocesani – “si inserisce in quel percorso di coinvolgimento nel segno di una vera corresponsabilità dei laici indicato con decisione non solo dal nostro vescovo Franco Giulio Brambilla e dal XXI Sinodo diocesano appena concluso, ma anche – si legge nella nota - dal Santo Padre che proprio nel recente discorso alla Curia Romana per gli auguri di Natale aveva detto: «di grande importanza è inoltre la valorizzazione del ruolo della donna e dei laici nella vita della Chiesa e la loro integrazione nei ruoli-guida dei Dicasteri»”.

Giornalista romana, Borraccino ha seguito dal 1998 il Vaticano e il Medio Oriente per le agenzie Ansa, Adnkronos e per il service televisivo internazionale ROMEreports. Ha seguito da inviata diversi viaggi all'estero di Giovanni Paolo II. Ha realizzato diversi documentari sulla cooperazione allo sviluppo e sull'impegno della Chiesa in Asia e in Africa, ha scritto reportage da Israele e dai Territori palestinesi per testate italiane e straniere. Ha pubblicato per le Edizioni Terra Santa e per l'Editrice La Scuola. È sposata e ha un figlio. Vive a Novara dal 2010. 

mo.c.


Articolo di: mercoledì, 04 gennaio 2017, 8:44 p.

Dal Territorio

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne
GATTICO, Lunedì a Gattico, nel Novarese, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato M.O., cittadino marocchino residente nella zona del Verbano, classe 1986, già conosciuto dalle Forze dell’ordine. L’uomo è finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso di uno dei quotidiani controlli alla(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top