Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 24 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 16 marzo 2017, 10:57 m.

Autotrasporto, Confartigianato e CNA incontrano il Prefetto

"Il settore affronta da tempo una crisi drammatica"


NOVARA - Oggi, giovedì 16 marzo, a seguito della proclamazione da parte di Unatras - il coordinamento unitario cui aderiscono Confartigianato Trasporti, CNA-Fita, Assotir, Fai, Fiap, Sna Casa e Unitai -  di una giornata di mobilitazione nazionale dell'autotrasporto, prevista sabato 18 marzo, Confartigianato Imprese Piemonte Orientale e CNA Piemonte Nord  incontreranno il prefetto di Novara, Francesco Paolo Castaldo, per illustrare la situazione dell’autotrasporto nelle province del Piemonte Orientale (Novara, Vercelli, Verbano Cusio Ossola) e le motivazioni della mobilitazione promossa da UNATRAS, da ricercare nella  mancata risposta del governo sui principali problemi del settore; fra questi la determinazione mensile dei costi indicativi di esercizio dei diversi servizi di autotrasporto; l’assunzione di iniziative per garantire  trasparenza e regolarita’ del mercato nazionale e internazionale dei trasporti; il rilancio e la messa a regime del portale della regolarità dell’autotrasporto, gestito dall’Albo nazionale; azioni di contrasto efficaci e coordinate con quelle di altri paesi europei contro la concorrenza estera sleale e illegale e contro qualsiasi forma di abusivismo; sanzioni effettive e norme disincentivanti per chi non rispetta i i tempi di pagamento dei servizi di trasporto; lo sblocco del rilascio delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali, semplificando gli adempimenti a carico delle imprese; il pieno funzionamento delle Motorizzazioni Civili.

Come sottolineano da Confartigianato e CNA "il settore dell’autotrasporto affronta da tempo una crisi drammatica, che sembra essere senza fine; un momento di difficoltà che colpisce le imprese e, di fronte al quale, servono interventi precisi, come quelli evidenziati nelle richieste avanzate al Governo. I dati della crisi sono drammatici, con un crollo delle movimentazioni del 35% e la perdita di centinaia di imprese e posti di lavoro. Una situazione insostenibile che richiede più attenzione per un comparto essenziale dell’economia del nostro Paese e, soprattutto, il rispetto degli impegni presi".

Articolo di: giovedì, 16 marzo 2017, 10:57 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Sigilli a un'autofficina abusiva a Novara

Sigilli a un'autofficina abusiva a Novara
NOVARA, Mercoledì 21 febbraio militari della Stazione Carabinieri Forestale di Oleggio e di Novara, coadiuvati da una pattuglia del Nucleo Radio Mobile di Novara, nel corso di ordinari controlli sul territorio in materia di gestione dei rifiuti prodotti dalle autofficine, hanno individuato, a Novara, un’officina per la riparazione dei veicoli che non risultava aver presentato la(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top