Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 24 febbraio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 01 luglio 2016, 6:50 m.

Approvata la nuova organizzazione del Parco del Ticino e Lago Maggiore

"Un passo importante per affrontare i problemi di gestione dell'ente"

CAMERI - Il Consiglio del Parco del Ticino e Lago Maggiore ha approvato la nuova organizzazione dell’Ente e la nomina del direttore con la scelta del dottor Benedetto Franchina. 
Sono state affidate inoltre specifiche deleghe ai consiglieri in ordine a compiti e funzioni di competenza dell’Ente: Lorenzo Bizioli consigliere con delega al bilancio; Riccardo Fortina consigliere con delega all'ambiente; Giorgio Macchieraldo consigliere con subdelega all'agricoltura per il territorio delle baragge biellesi; Pietro Mocchetto consigliere con delega ai progetti speciali e competenze per territorio della Valle del Ticino; Alessandro Ramella Pralungo consigliere con delega alla cultura e competenza per il territorio dell Riserva Naturale Parco della Burcina;  Paolo Seitone consigliere con delega all'agricoltura; Vincenzo Tribuzio vice presidente con delega alla vigilanza. Restano nella competenza del presidente architetto Adriano Fontaneto  tutte le altre funzioni non delegate.
Di concerto con il direttore e con il supporto dell’Ufficio Personale è stata predisposta una proposta di riorganizzazione del personale sulla base degli indirizzi del Consiglio costituita da uno schema di organigramma ed una proposta di Regolamento per il funzionamento degli Uffici. 
La proposta è stata oggetto di esame e valutazione congiunta con le rappresentanze sindacali dell’Ente e con le organizzazioni sindacali territoriali e di concertazione con tutto il personale dell’Ente, attraverso tre specifici incontri che si sono svolti il 21 marzo, il 21 aprile e 27 maggio 2016. 
“La nuova organizzazione dell’Ente – sottolinea Adriano Fontaneto, presidente del Parco – è un passo importante per affrontare i problemi di gestione di un Ente nuovo che mette insieme territori con caratteristiche diverse e con grandi potenzialità di valorizzazione e sviluppo. La riorganizzazione del personale deve rispondere, in primo luogo ad una esigenza di razionalizzazione ed efficienza. L’organizzazione del personale tiene conto del criterio che le stesse funzioni prima svolte nei due Enti accorpati devono essere ridefinite con riferimento alle funzioni stesse e non al territorio.   Naturalmente ciò per le attività degli Uffici e non certamente per il personale di vigilanza o per quello operaio il cui numero è funzionale al territorio da gestire. Ora il Parco è dotato di una organizzazione – conclude Fontaneto – che ci permette di realizzare gli obiettivi che ci siamo posti all’inizio del nostro mandato e proseguire con impegno nella nostra attività amministrativa”.
v.s.
   

Articolo di: venerdì, 01 luglio 2016, 6:50 m.

Dal Territorio

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

81enne truffata da due finti dipendenti dell’acquedotto

81enne truffata da due finti dipendenti dell’acquedotto
CERANO, Ancora truffatori in azione nel Novarese. L’ultimo episodio si è verificato l’altra mattina a Cerano. Qui due soggetti si sono presentati in un’abitazione di via Papa Giovanni XXIII, riferendo all’anziana che ha aperto loro la porta, classe 1935, di essere alcuni addetti dell’acquedotto. La strategia utilizzata per la truffa è stata la(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top