Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 febbraio 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 14 settembre 2016, 6:27 p.

Alessandria e Vco salvate dal dissesto, situazione critica ad Asti

Ramella Pralungo: “Province a rischio crack”

“Grazie ai fondi stanziati dal decreto legge 113/2016 riusciremo a salvare dal dissesto finanziario due province piemontesi su tre”. Emanuele Ramella Pralungo, presidente della provincia di Biella e della Consulta Aree Vaste di Anci Piemonte, esprime soddisfazione a margine della riunione dei Presidenti delle Upi, l’Unione delle Province Italiane, alla quale ha partecipato anche l'Anci regionale. Lo scorso mese di dicembre l'associazione dei Comuni si era fusa con l'Upp, l'Unione delle Province Piemontesi, dando vita alla nuova consulta guidata da Ramella.

“Il lavoro di concertazione che ha visto in prima linea Upi ed Anci ha consentito di ripianare gli equilibri finanziari delle province di Alessandria e del Vco – annuncia Ramella – con 6 milioni di euro su 48, il Piemonte è tra le regioni italiane che hanno ottenuto di più dal governo”.
In particolare, lo squilibrio finanziario della provincia di Alessandria superava i 7 milioni di euro, quello del Vco sfiorava i 5 milioni, per un totale di 12 milioni di euro, la metà dei quali già coperti da un apposito plafond regionale. Per i due territori si chiude dunque una partita difficile, mentre resta critica la situazione di Asti, dove lo squilibrio di bilancio supera gli 8 milioni di euro e, a parte 2,5 milioni messi a disposizione dal plafond regionale, non sono stati reperiti altri fondi.
“Stiamo lavorando con la Regione per garantire alla provincia di Asti una sopravvivenza dignitosa" continua Ramella, che nella riunione dei Presidenti Upi ha ribadito il grave stato di crisi che rischia di travolgere le province piemontesi. "Per evitare il dissesto - prosegue - abbiamo dovuto impiegare anche 8,5 milioni di euro su 11 destinati ad Anas per interventi di manutenzione stradale, ora siamo seriamente preoccupati”. Contro il peso dei tagli dell'ultima manovra, l’Anci chiederà al Governo un’inversione di rotta nella prossima legge finanziaria. “Il rischio – denuncia Ramella – è quello di un vero e proprio crack, di fronte al quale potremmo non essere più in grado di erogare i normali servizi ai cittadini, con gravi ripercussioni per la collettività in settori cruciali come i trasporti, le strade e le scuole. Da qui la nostra richiesta al governo, al fine di mitigare il più possibile gli effetti causati dai tagli legati alla riforma delle province".

Articolo di: mercoledì, 14 settembre 2016, 6:27 p.

Dal Territorio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Donna in un lago di sangue nel sottopasso

Donna in un lago di sangue nel sottopasso
NOVARA, L’allarme è scattato alle 16,30 di mercoledì 22 febbraio. Una donna è stata trovata a terra, esanime, nel sottopasso di Santa Rita, quello che collega via Pietro Micca-via Gnifetti a via Campano e via per Biandrate. Il corpo dell’anziana, un’83enne residente in città, si trovava sul pavimento appena scesi i gradini dal lato di via Pietro(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top