Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 21 settembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 26 maggio 2017, 10:29 m.

Agorà Donatello, l’ambulatorio torna alla gente del suo quartiere

Inaugurati i locali rimessi a nuovo

NOVARA - Serata intergenerazionale quella promossa da Agorà Donatello lo scorso sabato 20 maggio. Giovani, anziani, bambini si sono, infatti, ritrovati presso gli stand delle associazioni partners allestite davanti al centro polifunzionale, riattivato da ormai due anni grazie all'impegno dei cittadini dei quartieri che hanno partecipato al percorso di democrazia deliberativa promosso da Territorio e Cultura onlus e finanziato con un bando della Fondazione Cariplo e con il supporto del Comune, del Dipartimento di Economia dell'Università del Piemonte Orientale, della Fondazione De Agostini e della Fondazione della Comunità del Novarese. Dopo i lavori di ristrutturazione e l'avvio di una serie di servizi presso la struttura (tra i quali anche un Caf gestito dal Movimento Cristiano Lavoratori), sabato è stato inaugurato il nuovo ambulatorio, che riporta indietro le lancette di almeno vent'anni, quando la struttura, prima di entrare nell'abbandono e nel disuso, era appunto un ambulatorio di quartiere. All'inaugurazione del nuovo ambulatorio, che sarà gestito dalla Croce Rossa, erano presenti il sindaco Alessandro Canelli, la vicepresidente della Fondazione Cariplo Mariella Enoc, il vicepresidente della Fondazione della Comunità del Novarese Davide Maggi, il Parroco della Comunità San Francesco alla Rizzottaglia Marco Rondonotti e il consigliere regionale Domenico Rossi.
«Un'esperienza di successo, da ripetere anche in altri quartieri», ha commentato Mariella Enoc. Il sindaco Canelli ha sottolineato l'importanza della partecipazione dei cittadini nei quartieri e della collaborazione con l'amministrazione comunale. Il ruolo delle associazioni, unite in una rete singolarmente vasta e plurale, è stato sottolineato dal consigliere regionale Domenico Rossi. Era presente all'evento anche il vicepresidente nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori Antonio Di Matteo, che ha fatto presente alle istituzioni di Novara come la scelta della sezione locale del movimento di aderire a un'iniziativa di partecipazione dei cittadini come quella proposta dal progetto SpeDD, che utilizza il metodo della democrazia deliberativa, del dialogo e della discussione informata e costruttiva per il bene comune di tutta la collettività, è stata supportata e incoraggiata da tutto il Movimento nazionale. Grande soddisfazione per i risultati raggiunti è stata espressa dai coordinatori del progetto, Giacomo Balduzzi e Davide Servetti, che hanno commentano «Abbiamo sperimentato a Novara un metodo, formando e accompagnando localmente giovani capaci di operare nei quartieri, entrare in relazione con le diverse realtà e promuovere la coesione e l'innovazione sociale. I frutti, in casi come quello di piazza Donatello, sono andati oltre le aspettative, generando nuove energie e nuove progettualità capaci di evolversi e durare nel tempo».
Dopo i saluti e l'inaugurazione la band Sympaty (con il Prefetto Franco Castaldo alla batteria) ha regalato ai volontari e ai cittadini del quartiere un concerto in piazza, con un repertorio di grandi successi della musica rock, sia italiana sia internazionale.
cl.br.

Articolo di: venerdì, 26 maggio 2017, 10:29 m.

Dal Territorio

Spezia -Novara 1-0

Spezia -Novara  1-0
Trasferta negativa in terra ligure per il Novara che perde di misura a La Spezia. Decide un gol di Marilungo che sfrutta al meglio un calcio d'angolo. Il Novara presobil gol non riesce a rendersi pericoloso per tutto il primo tempo. Nella ripresa gli azzurri dimostrano più intraprendenza e creano un paio di palle gol senza però trovare la rete. Il risultato non cambia e per(...)

continua »

Altre notizie

Avvocato novarese in carcere per maltrattamenti

Avvocato novarese in carcere per maltrattamenti
NOVARA, Una vicenda famigliare complessa, fatta di denunce e contro denunce, ha portato nella serata di lunedì in carcere a Novara l’avvocato Alessandro Pronzello, noto legale novarese di 52 anni. L’uomo, assistito dal collega Giuseppe Ruffier, è finito in via Sforzesca per una storia di stalking e lesioni nei confronti della moglie. Il provvedimento di custodia(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top