Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 febbraio 2017
 
 
Articolo di: martedì, 10 gennaio 2017, 8:02 p.

A processo per diffamazione per un video su youtube: giovane assolto

Una vicenda nata a Momo per una stele dedicata a un partigiano

NOVARA, Un giovane di Momo finisce a processo per diffamazione per un filmato apparso su youtube (il canale dove si possono condividere e porre filmati). Stando all’accusa avrebbe postato su questo mezzo internet un video in cui una famiglia, sempre di Momo, ha reputato di essere stata offesa. Una storia che vede, in qualche modo, anche il coinvolgimento dell’Amministrazione comunale del paese del Novarese; una vicenda che stamattina, in Tribunale a Novara, ha visto l’assoluzione nei confronti del giovane, assistito dall’avvocato Alessandro Brustia.

Tutto parte dalla richiesta dei famigliari di un partigiano morto nella seconda guerra mondiale. La famiglia chiede alla Giunta di poter dedicare una stele commemorativa al congiunto. L’Amministrazione accoglie la richiesta e decide che la lapide debba essere collocata in un punto preciso di Momo. Stando ad alcuni però, in quella zona, avrebbe arrecato problemi al traffico. Una 15ina di persone lo fa presente all’Amministrazione, che però dà l’okay per la stele in quella zona del paese. Poco dopo questa decisione appare in rete un video ironico, in cui si prende in giro la Giunta, che, stando al filmato, avrebbe voluto fare così solo un favore alla famiglia.

I congiunti del partigiano scoprono il filmato e si muovono per tutelarsi. Il finale della storia in aula: il giudice ha assolto il ragazzo perché non c’è prova che sia stato lui a mettere il video su youtube.

mo.c.

 



Articolo di: martedì, 10 gennaio 2017, 8:02 p.

Dal Territorio

Accusato di aver preso a mazzate un conoscente: chiesti 6 anni

Accusato di aver preso a mazzate un conoscente: chiesti 6 anni
NOVARA, Sei anni di reclusione. E’ la condanna chiesta dal pm oggi pomeriggio, martedì 21 febbraio – in Tribunale a Novara – nei confronti di Mario Gjoni, uno dei tre albanesi (gli altri due, Piter e Mark Gjoni, zio e nipote tra loro, hanno patteggiato negli scorsi mesi) accusati dell’aggressione al connazionale Elton Shano, 37 anni, colpito a mazzate(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top