Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 19 gennaio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 23 ottobre 2014, 2:41 m.

79enne truffata e derubata in casa con la scusa dell’acqua al mercurio

E’ successo nella zona di via Fara

NOVARA - Ancora una donna anziana presa di mira da un truffatore senza scrupoli. E’ successo martedì intorno alle 10 nella zona di via Fara. Vittima una pensionata di 79 anni, che rientrava a casa dopo una passeggiata mattutina con il proprio cane. E che, in men che non si dica, si è trovata ingannata e derubata di diversi oggetti in oro. Il tutto con la scusa dell’acqua al mercurio.

A raccontare la disavventura della donna, ancora incredula dell’accaduto e che sospetta di essere stata ipnotizzata con qualche spray, il figlio e nostro lettore, F.B..

«Mia madre, una donna ancora molto in gamba – spiega – tornava nella nostra villetta, quando si è imbattuta in un uomo, che, con un giubbotto di quelli fosforescenti e con a tracolla una macchinetta che sembrava quella utile a misurare l’acqua, usciva dalla casa accanto alla nostra. Abbiamo scoperto solo dopo che era stato cacciato dai residenti. Pare che fosse entrato per vendere acqua. Mia madre, pensando a un dipendente dell’acquedotto, gli ha chiesto se avesse bisogno di prendere i numeri dell’acqua. L’impostore – prosegue il figlio – non si è fatto pregare due volte e ha risposto di sì. Ha anche spiegato che c’era stato un problema in un cantiere e che ora l’acqua aveva una probabile presenza di mercurio. Mia madre, a quel punto, l’ha condotto in cantina, dove abbiamo il contatore e qui quell’apparecchiatura ha iniziato a suonare. Un ‘bip’ che il truffatore ha spiegato essere legato alla conferma della presenza di mercurio nell’acqua».

E’ il momento in cui scatta la trappola finale, con tanto di vittima chiusa fuori dalla porta della propria casa. L’impostore dice alla pensionata che con il mercurio gli oggetti in oro si sarebbero danneggiati e la carta sarebbe bruciata. «Sale in casa con mia madre, a cui consiglia di mettere tutto l’oro nel frigorifero. Mia mamma inizialmente nutre dei dubbi: le sembra strano, ma l’uomo le dice che già l’avevano fatto i vicini e che era la prassi da seguire». A quel punto l’anziana recupera l’oro e lo ripone nel frigo.

«L’impostore – continua il figlio della vittima – invita mia madre a tornare in cantina a chiudere i rubinetti. Così il suo piano è concluso. Mia madre scende e lui la chiude fuori casa e preleva tutto quanto messo nel frigorifero. Mia mamma torna su, trova chiusa la porta, ma è troppo tardi. Il malvivente riesce a fuggire, gettandosi dal balcone al primo piano e fuggendo con l’oro. E’ poi intervenuta la Polizia. Siamo arrabbiati e delusi. Non è la prima volta che mia madre subisce reati, in precedenza borseggi e scippi. E un altro episodio in cui siamo stati derubati si è verificato esattamente quattro anni fa, sempre tra la fine di ottobre e i primi di novembre. Vogliamo essere sicuri nelle nostre case, poter girare tranquilli nelle nostre strade e sperare che gente che delinque venga presa e rimanga in carcere per un po’. Non devono accadere queste cose. I nostri anziani devono sentirsi al sicuro. Per mia mamma – conclude F.B. - il truffatore parlava bene italiano, ma non posso dire con certezza se fosse italiano o meno. Potrebbe essere stato anche uno straniero che parla bene la nostra lingua o qualche sinti. Mi auguro possa essere individuato».

Monica Curino

Articolo di: giovedì, 23 ottobre 2014, 2:41 m.

Dal Territorio

Una frana danneggia l'orfanotrofio Alessia a Masango: al via le donazioni

Una frana danneggia l'orfanotrofio Alessia a Masango: al via le donazioni
NOVARA, Una frana ha colpito negli scorsi giorni la missione delle Sorelle della Carità a Masango, in Burundi, dove hanno sede l'Orfanotrodio Alessia (una delle tante realizzazioni di Casa Alessia onlus) e il Centro di Sanità, mettendo a serio rischio la stabilità delle due strutture. Ecco così che l'associazione del girasole, capitanata da Giovanni Mairati,(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley, una sconfitta che brucia

Igor Volley, una sconfitta che brucia
OSIMO - Dopo Busto anche Novara viene costretta alla sconfitta al tie break dalla Lardini Filottrano, dimostratasi in casa molto difficile da affrontare ma l’Igor non è stata sicuramente all’altezza del suo nome. Una sconfitta incredibile che brucia: la squadra azzurra, presentatasi nelle Marche in piena emergenza, ha ad un certo punto rischiato anche una più che(...)

continua »

Altre notizie

Per il Giorno della Memoria maratona di letture con gli studenti

Per il Giorno della Memoria maratona di letture con gli studenti
NOVARA - Una maratona di letture con gli studenti delle scuole novaresi sarà uno degli eventi clou del programma di iniziative organizzate in occasione della Giornata della Memoria dagli assessorati alle Politiche giovanili e alla Cultura del Comune in collaborazione con il Circolo dei lettori e altri enti del territorio. "L'amministrazione vive con attenzione e impegno costante(...)

continua »

Altre notizie

I sentieri del vino Boca e l’Unesco

I sentieri del vino Boca e l’Unesco
Una cartina per favorire la conoscenza a livello internazionale di un territorio storico del Novarese e i suoi vini preziosi. Dalla collaborazione tra Il Club per l’Unesco Terre del Boca e i produttori del Boca doc è nata “I sentieri del vino. Percorsi tra i vigneti del Boca doc”. La cartina,  è stata presentata ufficialmente prima di Natale nella(...)

continua »

Altre notizie

^ Top