Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
 
 
Articolo di: martedì, 30 agosto 2011, 7:23 p.

“Via le Province, ridurre i compensi a consiglieri e assessori regionali”

Mancuso sui “tagli ai costi della politica”

NOVARA - L’onorevole Gianni Mancuso, deputato del Pdl, interviene nel dibattito sui “Tagli dei costi della politica” previsti dalla Manovra Finanziaria.

«Con ciò - scrive in una nota - non si deve intendere che tali costi siano relativi solo al “Palazzo”, ma anche alle altre Istituzioni, come Comuni, Province e Regioni. Per quanto riguarda il capitolo “Emolumenti dei Parlamentari” (pubblici e consultabili sulla Rete) vale la pena ricordare che già la manovra economica del 2010 ha determinato una riduzione degli stessi di circa 1000 euro, a partire dal gennaio 2011. Nel corso della XV Legislatura (2006-2008) la Camera ha deciso di non applicare lo scatto retributivo (7/800 euro circa/mese), previsto dal contratto dei magistrati, a cui è collegato il trattamento economico dei parlamentari.

Ancora, nella XIV Legislatura (2001-2006), il Governo Berlusconi, chiese ed ottenne dalla Camera dei Deputati di applicare una riduzione del 10% agli emolumenti dei Parlamentari. Posso affermare, quindi, senza temere smentite, che in fatto di tagli agli emolumenti dei Parlamentari, se dal dopoguerra vi é stata una costante progressione dei compensi, è innegabile che dalla XIV Legislatura a oggi, si è assistito ad un’inversione di tendenza, con le decurtazioni di cui sopra. Ma, venendo alle altre Istituzioni territoriali, - continua Mancuso - i Comuni (8092 ad agosto 2011) sono decisamente troppi, con particolare riferimento a quelli che non raggiungono i mille abitanti, e dovrebbero essere accorpati dall’alto, seguendo la logica della contiguità, visto che le varie leggi regionali per l’accorpamento dal basso dei piccoli Comuni non hanno sortito alcun utile risultato”. Per quanto riguarda le Province “sono fortemente orientato verso la loro totale abolizione; le considero, infatti, un’inutile e oneroso doppio livello intermedio tra i Comuni e lo Stato, le Regioni sono più che sufficienti”. Sulla questione Regioni Mancuso sottolinea che le stesse “sono divenute, legislatura dopo legislatura, degli esorbitanti centri di costo. Scimmiottando le istituzioni nazionali, anno dopo anno, le Regioni hanno progressivamente dilatato i compensi e i numerosi benefit previsti per i loro amministratori. Il testo della Manovra bis prevede un articolo che si occupa, finalmente, di contrarre significativamente gli emolumenti di consiglieri ed assessori regionali, che ad oggi“costano” al contribuente quanto, e a volte, più dei parlamentari stessi”.

mt.u.

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato

Articolo di: martedì, 30 agosto 2011, 7:23 p.
Articoli correlati “Indennità di accompagnamento a rischio, come faremo a vivere?” (2) Manovra di Ferragosto: continua il dibattito (2) Ballaré a Milano contro i tagli della manovra di Ferragosto (2) Biondelli sulle Province: “Tagliamole tutte” (2) Ballaré aderisce allo sciopero dei sindaci (1) Anche Verbania protesta contro la Finanziaria (1) Duemila persone al corteo contro la manovra promosso dalla Cgil (1) Il sindaco scrive al segretario provinciale della Cgil (1) Ballaré chiude simbolicamente il Municipio di Novara “per tagli” (1) Sistri: abrogazione per decreto (1) Incontro Presidenti delle Province Piemontesi e Presidente Cota (1) Manovra economica: la posizione della Uilm-Uil di Novara (1) No agli aumenti dei contributi previdenziali per gli artigiani (1) “Sulle pensioni l’ennesima batosta” (1) Dibattito sulla manovra economica lunedì a Novara (1) Il commento della Cna Novara e Vco sulla manovra (1) L’Unione Province Piemontesi prende posizione sul decreto legge del 13 agosto (1) Sanità nel Vco: “In assenza di un piano, il Punto Nascite di Domo non si tocca” (1) Tre giorni di "Tenda del sociale" per dire 'no' ai tagli nel socio-assistenziale (1) Trasporto pubblico locale: si abbatte la scure dei tagli (1) “La scuola novarese sarà decimata” (1) Centinaia di studenti a manifestare contro i tagli alla scuola (1) Marocchino condannato a 5 anni per violenza sessuale (1) Landiona commissariato, poi... Accorpamento con la manovra? (1) Pdl a congresso domenica all'hotel La Bussola (1) I sindaci dei capoluoghi difendono le Province (1) “Un tavolo di lavoro per una gestione coordinata della transizione” (1) «A Roma a riconsegnare le chiavi» (1)

Tags: Mancuso, tagli, manovra

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

TRAGEDIA a Vigliano- uomo travolto e ucciso da un treno

TRAGEDIA a Vigliano- uomo travolto e ucciso da un treno
Tragedia a Vigliano Biellese. Poco più di un'ora fa un uomo é stato travolto e ucciso da un convoglio diretto verso Biella. É successo intorno alle 14 nel tratto ferroviario compreso tra Vigliano Biellese e Valdengo. Scattato l'allarme é arrivato un vero e proprio dispiegamento di forze: oltre ai carabinieri e alla polizia sono giunti sul posto anche i(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top