Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 06 aprile 2017, 5:57 p.

“Parliamo di vaccinazioni”, dibattito pubblico al Broletto

L’informazione può fare chiarezza

NOVARA -  Si intitola “Parliamo di vaccinazioni” il dibattito pubblico che si terrà dalle ore 18 del 12 aprile al Broletto. L’incontro è organizzato da Asl Novara, Università del Piemonte orientale, Kiwanis International, Ordine dei Medici e Federazione italiana medici pediatri con la collaborazione del Comune. L’iniziativa è stata presentata ieri dal vicesindaco Angelo Sante Bongo che introdurrà l’incontro del 12 aprile per poi lasciare la parola al conduttore, il giornalista scientifico Ernesto Bodini. Sono previsti gli interventi del direttore del Dipartimento materno infantile del “Maggiore” Gianni Bona, del direttore sanitario dell’Asl No Arabella Fontana, del direttore del Servizio di igiene e sanità pubblica dell’Asl No Aniello Esposito, del pediatra e segretario nazionale Fimp Domenico Careddu, della pediatra e consigliere dell’Ordine dei medici di Novara Cristina Gigli, della pediatra e referente regionale Rete vaccini Fimp Silvia Gambotto, del medico di famiglia e segretario provinciale Fimmg Savio Fornara, del primario di pediatria dell’ospedale SS. Trinità di Borgomanero Oscar Haitink e del presidente dell’Ordine dei Medici di Novara Federico D’Andrea. Come ha spiegato il dottor Careddu «gli interventi saranno molto brevi, di una decina di minuti ciascuno per lasciare più tempo al confronto con il pubblico, alle domande che ognuno sarà libero di porre agli specialisti presenti. Vogliamo con questa iniziativa recuperare il dialogo diretto con le persone in un’epoca in cui il medico viene sostituito dal web». Proprio Internet e i social hanno favorito il diffondersi di credenze assolutamente infondate, come quella che il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia possa provocare autismo: «Sono bufale che sono state smentite scientificamente –ha ribadito con forza il professor Bona – ma che hanno provocato un calo delle vaccinazioni come non si vedeva da anni. In questo momento sono affette da morbillo, una malattia che può avere delle conseguenze molto gravi, 300 persone in Piemonte». Una di queste, come ha riferito il dottor Esposito «risiede in Lombardia ma viene a studiare a Novara. Per questo abbiamo contattato i suoi compagni per eventualmente procedere alla vaccinazione. Per fortuna tutti sono stati già vaccinati».
Valentina Sarmenghi   

Articolo di: giovedì, 06 aprile 2017, 5:57 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top