Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 20 ottobre 2016, 3:44 p.

È un Faraggiana che si apre alla città

Sold out per il Nuovo Teatro. Sale il sipario dopo sedici anni. In scena Lucilla Giagnoni

NOVARA - Tutto esaurito! Così parte la prima stagione del Nuovo Teatro Faraggiana. Domani sera, venerdì 21 ottobre, alle 21 a Novara: in cartellone “Canto alla città”, sul palco l’attrice e autrice Lucilla Giagnoni accompagnata dall’Orchestra musicale “Dedalo”. Poi toccherà alla stagione cinematografica affidata a Mario Tosi, storico gestore di Vip e Araldo: ormai è questione di giorni. E venerdì scorso, in una platea che ancora profuma di nuovo, la presentazione della stagione. «Che emozione essere di nuovo qui – dice il presidente della Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana, Vanni Vallino -. Gli impianti funzionano, le casse che avvolgono lo spettatore, le poltroncine numerate. Abbiamo provato anche il cinema. Veramente stupendo! Tornerà a vivere. Come era stato fino al 1999». Nel dicembre scorso il debutto della nuova realtà davanti alla città. Lo ricorda Lucilla Giagnoni, direttrice artistica e ideatrice della stagione. «Che freddo faceva, ora invece è acceso, fa caldo e si sta bene. Abbiamo sistemato tutto, pezzo per pezzo, anche piccole conquiste che ci inorgogliscono. Il Faraggiana è diventato teatro. Un teatro aperto e di partecipazione. La nostra storia, presente e futura. Due teatri in città, questo e il Coccia, nessuna concorrenza e per noi una modalità nuova. Un teatro che si apre alla città, una vera e propria piazza in cui tutti si sentano di casa e possano confrontarsi e discutere. Il tema della nostra stagione è chiaro: teatro e città. Già il primo spettacolo dà l’idea dell’impronta che abbiamo voluto dare, ovvero la ricerca di un filo conduttore, appunto teatro e città, e la volontà di dare spazio alle realtà emergenti, meglio se di Novara come è il caso dell’Orchestra “Dedalo”». “Canto alla città”, un viaggio con la Divina Commedia «perché un teatro che si apre alla città – ancora Lucilla Giagnoni - è un cammino in salita, faticoso, pieno d’inciampi e rischi di cadute, ma certamente anche un percorso d’ascesa e, si sa, quando si torna giù, sulla terra, non si è più gli stessi e si ha voglia di raccontarlo e condividerlo con gli altri». Questo è il primo atto di una lunga stagione. Di teatro e musica. Che la direttrice artistica, insieme a Paolo Viana e Sonia Turcato del Novara Gospel Festival, ha illustrato in dettaglio. «Ci saranno – continua l’attrice – grandi nomi accanto a gruppi giovani e molto contemporanei, ricchi di vitalità ed espressività, con lavori ancorati alla realtà». Un ricordo di Dario Fo, fotografato al Faraggiana, nell’immagine che il grande schermo rimanda al pubblico. E poi la presentazione degli spettacoli: da Marco Paolini a Natalino Balasso ad Antonio Rezza passando per Fausto Paradivino, Roberta Biagiarelli, Aram Kian, Eugenio Allegri e l’omaggio a Sebastiano Vassalli. E poi musica, «nel segno della contaminazione, – fa notare Viana - con la fusione di diversi elementi in una unica composizione artistica». Gli spettacoli del Gospel Festival, i concerti come quello di Simona Bencini lead vocalist dei “Dirotta su Cuba” o di Serena Brancale, nonché due appuntamenti del Festival Cantelli. E poi la novità dei bandi. Quello di Fondazione CRT che, grazie a Not&Sipari, lancia “Il Teatro a Lezione” con la Scuola di Musica Dedalo, «una grande progettualità – fa notare Giagnoni – che porterà a Novara, sembra per la prima volta, “Pierrot lunaire”». Ma non è finita. Chiosa Vallino: «Altri appuntamenti andranno ad aggiungersi, dalla stagione teatrale gestita dalle scuole alla collaborazione con il Coccia, dal fratello di Pino Daniele allo spettacolo di Renzo Crivelli». E a Novara si va a teatro anche in taxi. Chi vuole assistere a uno spettacolo può prendere un “taxi collettivo” e pagare la corsa come il biglietto di un bus di città. Lo stesso per il ritorno a casa. Il progetto va in porto grazie alla collaborazione con Radio Taxi Novara ed è disponibile solo per i residenti in città.

Eleonora Groppetti

Articolo di: giovedì, 20 ottobre 2016, 3:44 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Ubriaco, semina il panico sulla statale del Sempione

Ubriaco, semina il panico sulla statale del Sempione
CASTELLETTO, Ha cercato di bloccare diversi automobilisti lungo la strada statale del Sempione, nella zona tra Castelletto Ticino e Arona, nel Novarese, con una lunga serie di manovre particolarmente azzardate a bordo della sua Alfa Romeo 147. Il tutto sino a quando una pattuglia della Polizia stradale di Borgomanero, allertata da un automobilista che aveva avuto a che fare con(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top