Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017
 
 
Articolo di: martedì, 04 aprile 2017, 2:30 p.

«Presto visibile il rilievo di Fiume»

L’annuncio del sindaco all’inaugurazione del Premio d’arte Città di Novara

NOVARA - L’inaugurazione del “16° Premio Nazionale d’Arte Città di Novara”, avvenuta sabato scorso con l’intervento del sindaco Alessandro Canelli, Vincenzo Scardigno, Giovanni Cordero e Paolo Manazza nel salone dell’Arengo a Novara ha avuto, come momento centrale, la consegna del premio postumo alla carriera a Salvatore Fiume, artista molto legato alla città. A Novara ha scritto il suo primo romanzo “Viva Gioconda!”, pubblicato a Milano nel 1943 e realizzato la sua prima opera, il rilievo della ex Caserma Gherzi. La consegna da parte di Canelli del premio ai figli di Salvatore Fiume, Luciano e Laura, introdotta dalla performance teatrale di Maria Gloria Grifoni e Andrea Reali, è stato il primo evento delle manifestazioni che la città ha in programma per celebrare il ventesimo anniversario della morte dell’artista e offrire degna visibilità all’opera da lui realizzata, il rilievo in gesso dipinto che rappresenta il sacrificio del personale sanitario durante le guerre. Nel proprio intervento il sindaco, oltre a sottolineare l’importanza sempre maggiore acquisita dal Premio Città di Novara, ha precisato che all’artista sono già intitolati gli spazi verdi davanti alla ex Caserma Gherzi e che l’Amministrazione farà il possibile per offrire in visione ai cittadini, al più presto, il rilievo. Perché, continua Canelli «la nostra attenzione per l’arte è sempre presente, come emerge dall’apertura degli spazi espostivi al Castello e da quanto già avviato per mettere a disposizione anche quelli di Palazzo Faraggiana». Intanto i novaresi possono vedere al Broletto le centoventi opere selezionate della giuria e che saranno premiate domenica 9 aprile. Già nel corso dell’inaugurazione sono stati assegnati i premi a pari merito alle performance di Massimo Nardi, di Grifoni e Reali, di Grazia Simeone e Daniele Fuss con Mustafà Isguve ed Ettore Gino. Il premio non solo si è ampliato dal punto di vista della partecipazione ma ha anche inglobato nuovi linguaggi espressivi come il teatro e la danza. Si è anche ampliato nell’organizzazione, rendendo più strutturali le collaborazioni esterne, soprattutto con Spazio Vivace guidato da Veronica Armani, presso il quale, in via Fratelli Rosselli 13, fino al 7 aprile è visibile la mostra “Omaggio a Fiume”: esposte alcune opere pittoriche dell’artista provenienti della Galleria Rotaross e altri materiali che permettono di conoscerne meglio la personalità. Come premessa, hanno dichiarato Maurizio Leigheb e Andrea Baiardi durante la conferenza stampa di giovedì scorso presso Spazio Vivace, di una più grande rassegna organizzata in collaborazione con la Fondazione Salvatore Fiume, prevista per l’avanzato autunno, ospitata negli spazi del Castello. Intervenuti anche Antonella Vercelli, nipote del medico militare Luigi Vercelli, committente del bassorilievo novarese, e Franco Ferrario, figlio di Arturo titolare della ditta che aveva fornito gratuitamente i materiali occorrenti per eseguirlo. Per entrambi il ricordo più vivo è ancora rappresentato dal bassorilievo visto da bambini. Un’opera davanti alla quale, dice Antonella, lo stesso Fiume nel 1994 (a Novara per la vedere la sua commedia al Teatro Faraggiana “Quegli angeli ladri”) aveva esclamato «è un vero capolavoro». Un capolavoro ma finora, secondo Franco, «nessuno si è reso ancora conto della sua grandezza e del suo significato nazionale» perché è un omaggio ai soldati e ai medici di tutte le guerre del mondo. «Che deve avere la possibilità di vederlo e provare l’emozione che ho provato io».

Emiliana Mongiat

Articolo di: martedì, 04 aprile 2017, 2:30 p.

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

E' morto Giovanni Mogna, lutto d'impresa e sport

E' morto Giovanni Mogna, lutto d'impresa e sport
NOVARA - L’imprenditoria novarese è in lutto. Nella serata di ieri si è spento in città Giovanni Mogna, presidente di Probiotical Spa, azienda leader nella ricerca, lo sviluppo e la produzione di microrganismi probiotici. Mogna, 67 anni, da pochi mesi combatteva contro un brutto male. Accanto a lui negli ultimi anni si era affiancata la figlia Vera (nella foto con(...)

continua »

Altre notizie

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"

Sgarbi al teatro Coccia con il suo "Michelangelo"
NOVARA - Vittorio Sgarbi torna a Novara venerdì 24 novembre per lo spettacolo al Teatro Coccia "Michelangelo" (inizio alle 21, evento fuori stagione). Il critico d'arte, la cui collezione è in mostra al castello di Novara fino al 14 gennaio, racconterà la vita del Buonarroti accompagnato dalla musica di Valentino Corvino (compositore, in scena interprete) e assieme alle(...)

continua »

Altre notizie

Linea ferroviaria Novara-Laveno, trasformazione per il trasporto merci

Linea ferroviaria Novara-Laveno, trasformazione per il trasporto merci
Il presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi, nei mesi scorsi ha incontrato i sindaci del territorio. Nel corso di questa iniziativa, svolta in modo itinerante, ha avuto modo di raccogliere alcune segnalazioni su importanti temi riguardanti infrastrutture e promozione territoriale. «Alcuni temi sono stati affrontati con risultati positivi, - spiega -  uno di questi(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top