Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 25 luglio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 10 marzo 2017, 10:46 m.

«Non lasceremo mai solo Ahmad»

Continuano i tentativi per salvare il medico iraniano, appello in Senato

«La condizione di Ahmadreza Djalali non è solo drammatica, ma assurda: un uomo condannato per spionaggio quando la sua unica “colpa” accertata è quella di aver collaborato all’estero con ricercatori italiani, israeliani, svedesi, americani e del Medio Oriente, per migliorare le capacità operative degli ospedali di quei paesi che soffrono la povertà e sono flagellati da guerre e disastri naturali». Così la senatrice Elena Ferrara ha parlato al Senato della terribile condizione che sta vivendo il medico iraniano. «Lo sanno bene i medici ed i ricercatori del Crimedim dell’Università del Piemonte Orientale dove Hamad ha lavorato tra il 2012 e il 2015 come esperto di Medicina dei disastri e assistenza umanitaria». Lo ha ribadito proprio Luca Ragazzoni, medico e ricercatore novarese, collega e amico di Ahmad, in Sala Nassirya al Senato insieme alla senatrice a vita, Elena Cattaneo, e al presidente della commissione diritti umani, Luigi Manconi «che ha sottolineato - ricorda Elena Ferrara - come il Ministro degli Esteri, Angelino Alfano, e l'Alta rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, siano interessati della situazione così come i Governi di Svezia, Belgio e Germania». Poi la senatrice si è soffermata sul rapporto con Novara. «Ahmad - ha detto - è cittadino iraniano, certo, che i novaresi sentono, però, parte della loro comunità. La mobilitazione è stata grande e toccante: i colleghi dell’università, gli studenti universitari, gli amici, il mondo della scuola che i figli di Ahmad, 5 e 13 anni, hanno frequentato, le istituzioni, dalle amministrazioni locali alla Regione Piemonte. Una comunità si è stretta intorno alla famiglia che oggi vive in Svezia, ma non ha mai interrotto il rapporto con Novara e i novaresi: da lì sono partite le prime petizioni su iniziativa dei colleghi di Ahmad, cui è seguita la presa di posizione di Amnesty e ogni iniziativa negli ultimi mesi».Il medico sembra che abbia intrapreso anche lo sciopero della sete per protestare contro la sua detenzione.  «Non lo lasceremo solo. Tutelare i diritti di Ahmad - ha concluso Elena Ferrara - significa ribadire i diritti di ciascuno di noi, riaffermare lo spirito di una comunità». Ieri mattina la senatrice è stata ospite di Uno Mattina proprio per diffondere il più possibile la mobilitazione per Ahmad.Sandro Devecchi

Articolo di: venerdì, 10 marzo 2017, 10:46 m.

Dal Territorio

Immobili e terreni tolti alle mafie: tempi lunghi di assegnazione

Immobili e terreni tolti alle mafie: tempi lunghi di assegnazione
L’operazione della Guardia di Finanza di Lamezia Terme che nei giorni scorsi, nell’ambito di un’operazione di contrasto alla criminalità organizzata ha sequestrato beni accumulati da appartenenti alla ‘ndrangheta, situati a Novara, un appartamento, due magazzini e un fabbricato ad uso artigianale - industriale, ha riportato d’attualità la presenza(...)

continua »

Altre notizie

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare
GRANOZZO - Dieci squilli nella “prima” del nuovo Novara. Finisce 10-1 la riedizione della sfida con il San Mauro Torinese, ancora meglio dell’anno scorso quando gli uomini di Boscaglia vinsero per 7-0. Nonostante la stanchezza per i pesanti carichi di lavoro, gli azzurri hanno mostrato un buono spirito e tanta volontà, meritandosi gli applausi dei circa 600 tifosi(...)

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top