Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 febbraio 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 29 settembre 2016, 1:33 p.

«A Benevento per rialzare la testa»

Da Costa e Scognamiglio non cercano alibi: «Dobbiamo dare di più e lo faremo, è la partita giusta»

NOVARA - Nessun alibi, i giocatori del Novara sanno che per rialzarsi dovranno trovare la forza in loro stessi.
Almeno è questo il messaggio lanciato alla vigilia della partenza per la durissima trasferta di Benevento dal capitano David Da Costa e da Gennaro Scognamiglio, ex di turno sulla sponda azzurra e punto di forza della difesa.
da costa: «ne usciremo»
Lo svizzero-portoghese non si nasconde: «Sono i punti a mancarci, ma il campionato è ancora lunghissimo - attacca Da Costa - La squadra sa che deve dare di più e lo faremo. E’ chiaro che subiamo molti gol, questo è il punto. Anche se dopo sei partite non si può fare un’analisi finale».
Il portiere azzurro ha raccolto nella sua rete finora 9 palloni, troppi. Forse il nuovo modo di far partire l’azione dai difensori vi sta penalizzando? «Se teniamo la palla e non la perdiamo i pericoli non arrivano - risponde - E’ una cosa buona, dobbiamo trovare l’equilibrio e prenderci le nostre responsabilità. Il calcio è bello perchè c’è sempre la possibilità di fare meglio nella partita successiva. Siamo consapevoli che dobbiamo dare qualcosa in più, io per primo da capitano devo essere esempio per tutti come cerco di fare ogni giorno». «Il gruppo c’è, è sano - aggiunge Da Costa - Siamo carichi e sereni, sappiamo che non abbiamo ottenuto i risultati, ma credo nei ragazzi. Ne usciremo tutti insieme». Ritroverete Baroni e Buzzegoli da avversari: «E’ stato un bell’anno - sottolinea il portiere - Lui è un mister preparato, così come lo è mister Boscaglia. Per sabato ci aspettiamo di giocare contro una squadra organizzata. Sicuramente la preparerà bene, ma anche noi siamo determinati a mettere in campo tutto quello che abbiamo. Buzzegoli? Ha segnato due gol consecutivi e sono contento per lui. Gli auguro il meglio, ma dalla prossima partita».
Scognamiglio: «Azzeriamo il passato»
Gennaro Scognamiglio ha bei ricordi della sua esperienza a Benevento e conosce bene l’ambiente caldo del “Santa Colomba”: «L’unico rammarico fu quello di aver perso il campionato alla fine - racconta il centrale campano - Ho giocato quasi sempre, ho segnato sei gol e ho avuto l’opportunità di rilanciarmi per tornare in B, con la maglia del Trapani. Un campo difficilissimo per tutti, c’è entusiasmo e il Benevento è un’ottima squadra. In questo momento, però, noi dobbiamo dare certezze e questa è la partita giusta».
La difesa è il reparto maggiormente in sofferenza in questo inizio di stagione non proprio positivo: «I numeri ora dicono questo - conferma Scognamiglio - E’ normale che ci si difende in 11, anche se potevamo evitarne qualcuno. Con Troest mi trovo benissimo, come con tutti gli altri. Col tempo troveremo l’assetto giusto. Con Latina e Spezia abbiamo giocato una buona gara, ci è mancata un po’ di fortuna. Se ci capita di prendere uno schiaffo noi ne prendiamo tre». Scognamiglio si sente responsabilizzato: «Il mister crede nei nostri mezzi, giocare il pallone da dietro ci fa sentire importanti - aggiunge - Dobbiamo stare più attenti e aiutare il gruppo. Noi più esperti dobbiamo assumerci questa responsabilità. A Benevento sarà dura, ma vogliamo andare a fare risultato con tutti i nostri mezzi a disposizione».
Per il difensore è stato un inizio di stagione travagliato, prima il caos di Pisa e poi un avvio di campionato tutt’altro che tranquillo: «Bisogna essere bravi ad azzerare tutto - conclude - In questo campionato nessuno ti regala niente. Sono certo che ne verremo fuori presto».
Paolo De Luca

Articolo di: giovedì, 29 settembre 2016, 1:33 p.

Dal Territorio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Accusato di aver preso a mazzate un conoscente: chiesti 6 anni

Accusato di aver preso a mazzate un conoscente: chiesti 6 anni
NOVARA, Sei anni di reclusione. E’ la condanna chiesta dal pm oggi pomeriggio, martedì 21 febbraio – in Tribunale a Novara – nei confronti di Mario Gjoni, uno dei tre albanesi (gli altri due, Piter e Mark Gjoni, zio e nipote tra loro, hanno patteggiato negli scorsi mesi) accusati dell’aggressione al connazionale Elton Shano, 37 anni, colpito a mazzate(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top